Passa ai contenuti principali

Crostata al limone

Una crostata senza pretese ma dal buon profumo agrumato e inconfondibile del limone!

Ormai questa frolla non la lascio più, è la ricetta di un'amica e piace sempre a tutti, la uso ormai per tutti i tipi di crostate alla frutta, con marmellata, alla nutella, al cioccolato...insomma rimane sempre friabilissima!

Avevo dei limoni biologici freschissimi, appena raccolti dall'albero del giardino di una cara amica, sante amiche eh...e allora un dolce al gusto di limone da servire a colazione il giorno dopo ci stava proprio bene!












Ingredienti per la frolla:

300 g. di farina 00
100 g. di zucchero
120 g. di burro
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 bustina di lievito per dolci
1 buccia di limone grattugiato

Ingredienti per la crema:

1/2 l. di latte
50 g. di farina
100 g. di zucchero
3 tuorli
1 buccia grattugiata di limone

zucchero a velo per spolverizzare

Procedimento:

Preparare la crema miscelando bene prima farina e zucchero, unire poi il latte a filo formando una cremina per non creare grumi, continuare a versare il resto del latte, aggiungere poi le uova leggermente sbattute  e la buccia di limone grattugiato. Portare sul fuoco e far addensare.

Poi in una coppa mettere la farina a fontana, al centro aggiungere il burro morbido, lo zucchero, le uova, il lievito e la buccia grattugiata di limone. Impastare il tutto e far riposare in frigo per 20 minuti circa.

In una teglia stendete poi la frolla, lasciando un pezzo per fare le strisce, coprire poi con la crema al limone, completare la crostata con le strisce e infornare a 200° fino a doratura.
Sfornare, far raffreddare e cospargere di zucchero a velo.

un abbraccio MILENA

Commenti

  1. spettacolare nella sua semplicità! qui la fanno gli ingredienti di qualità!

    RispondiElimina
  2. I limoni danno quel profumo e quel colore che fa tanto estate :)
    Molto golosa questa crostata.
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Milena, che delizia che ci hai preparato...beati i tuoi ospiti!! La proverò di sicuro!! Bacioni, Mary

    RispondiElimina
  4. è la base perfetta per le crostate....la conosco benissimo!!!!!mi fa piacere che tu utilizzi questo impasto...Anna sara' contentissima!!! un bacio!

    RispondiElimina
  5. Buonissima e profumatissima la crostata al limone!!!!

    RispondiElimina
  6. Allora, hai un'amica che ti dà la ricetta della frolla perfetta... un'altra che ti dà i limoni biologici... Ti serve la terza (mi offro volontaria!!!) che corre a spazzolare via tutta sta bontà!! Bedda è... pure bbbuona! Bacio!

    RispondiElimina
  7. Buonissimaaaaa adoro la crostata al limone!!!!!

    RispondiElimina
  8. Bontà bontà bontà!!! Che bel colore...solo la foto sa di buono...figuriamoci l'assaggio!

    RispondiElimina
  9. Ciao la sto facendo in questo momento, sono sicura che sarà buonissima perché la frolla l'ho già provata altre volte ma con la nutella (adorata dalla mia bimba). L'esperimento è solo la crema. A presto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...! Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo! Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui , scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia! Ricordate? ...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, si

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci