Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Torta soffice all'arancia

Buongiorno a tutti!

Oggi una torta tanto semplice quanto ricca di gusto e soprattutto sofficissima e per niente secca!
Approfitto ancora delle arance, un agrume profumato e che adoro nei dolci per un sano breakfast o per una merenda pomeridiana!
I miei ospiti hanno gradito tanto da volerla anche  la mattina seguente...insomma per il giorno dopo avevo preparato una crostata, giusto per variare un po'... ma loro: "Mileeeeena...ma la torta all'arancia di ieri mica è finita vero?"
Da rifare sicuramente ...e magari più grande!

















Ingredienti:

2 arance
250 gr. di farina 00
200 gr. di zucchero
100 gr. di burro
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
la buccia grattugiata di 1 limone
1 pizzico di sale 
Procedimento:
Per prima cosa portare il forno alla temperatura di 175°. In una ciotola unire il burro fuso a bagnomaria e lo zucchero e mescolare.
Aggiungere al composto le uova lavorate a spuma, la buccia grattugiata del limone, il sale, la farina setacciata ed il lievito. Lavare bene le aranc…

CUCINA PUGLIESE: Sivoni con le fave

Buon sabato a tutti!

L'appuntamento di questo mese della consueta rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato alle verdure a foglia verde o erbe spontanee.
Il tema di oggi è appunto: L'erba del vicino è sempre più verde

La ricetta pugliese che vi propongo è:
I sivoni con le fave

In Puglia, alla semplicità della tradizionale cucina a base di erbe spontanee (cicorie, sivoni o cicorielle selvatiche, ruca, cime di rape ecc.) si è aggiunto il culto della buona tavola...a sfondo verde!
Il sivone non è altro che una cicoria selvatica e che la fa da padrona sulla nostra tavola ....insomma una verdura molto importante per l'alimentazione del pugliese!


Sivone, in dialetto barese u s'von, con le fave bianche...è' il piatto povero per eccellenza,  rappresentava fino a non molti anni fa la base dell'alimentazione delle classi meno privilegiate, mentre ai nostri giorni, con la rivalutazione della dieta mediterranea, è diventato quasi un piatto prelibato della nostra gast…

Ghoriba al limone

Più veloce della luce...ecco appena Donatella aveva pubblicato sul suo bellissimo blog Fiordirosmarino questi deliziosissimi biscotti al limone...beh non ho resistito! Avevo giusto un pacco, aperto da poco, di farina di semola di grano duro e all'istante mi sono messa all'opera per preparare i Ghoriba, questi famosi e profumati biscotti al limone di origine marocchina!
Sono stati davvero una dolcissima sorpresa anche perchè non avevo mai usato la semola per fare dolci...insomma davvero buoni e sicuramente da rifare!
Provateli...sono semplicissimi e buonissimi per la colazione o un bel tè pomeridiano !
Grazie cara Donatella di questa ricetta che non conoscevo!

Un abbraccio MILENA























Ingredienti:

300 g. di farina di semola di grano duro
120 g. di zucchero
2 uova
110 g. di olio di semi di arachidi
buccia grattugiata e succo di 1 limone bio
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1/2 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo abbondante

Procedimento:

In una coppa sbattere un po' l…

Torta di compleanno con bignè e...bip bip!

E quando vuoi far felice tuo figlio...che fai...ce la metti tutta!!!
Anche se per preparare una torta , se pur semplice, ci metto non so quanto tempo, eh si, comincio a preparare la crema al caffè e all'improvviso altolà...fermi tutti...bip bip, immobile per qualche minuto con il braccio sinistro steso in giù e magari con la mano destra che prima stava girando la crema, ora si deve fermare...oh mamma, speriamo non si attacchi sta crema! Ok riprendiamo subito, la crema è pronta...evviva! Veloce...forza andiamo per la seconda crema, al cioccolato stavolta, ufff...dopo 15 minuti ancora bip bip, ferma immobile per qualche minuto, sempre braccio steso in giù e poi si continua, altri 15 minuti di tregua e via a preparare il resto!!! Meno male il pan di spagna era pronto dal giorno precedente!!!
Magaaaari c'era solo la torta da preparare...eh no no, c'era tutta la cena da preparare e  poche ore a disposizione e immaginate doversi fermare per qualche minuto ogni 15 minuti per tut…