Passa ai contenuti principali

Ceci e funghi cardoncelli della Murgia

 Ceci e funghi cardoncelli della Murgia

I ceci con funghi cardoncelli accompagnati dal buonissimo pane di Altamura a tozzetti e tostati, sono un piatto unico ideale per la stagione fredda, una coccola calda e saporitissima con i profumi e sapori tipici della Puglia! 

Se aggiungiamo anche della pasta fresca tipo cavatelli o orecchiette diventa un ottimo e gustoso primo piatto.

Una ricetta,semplice e facile, adatta anche per chi segue un'alimentazione vegetariana o vegana , un piatto nutriente e che con pochi ingredienti  regalerà un sapore rustico e appetitoso! 

Il 10 febbraio prossimo è la Giornata mondiale dei legumi e noi de L'Italia nel piatto abbiamo pensato di dedicare questo appuntamento alle ricette tipiche a base di legumi! 

Per la Puglia ho pensato appunto ad un ricco e saporito piatto: Ceci e funghi cardoncelli


 

La Giornata mondiale

La Giornata mondiale dei legumi è un momento annuale per mettere in evidenza e promuovere il consumo dei legumi come ceci, fagioli, lenticchie, piselli, ma le varietà sono tantissime, tutti alimenti ricchi di nutrienti e che offrono benefici al nostro organismo  agevolando una vita sana.

Con il consumo regolare dei legumi possiamo ottenere vantaggi per la nostra salute e per migliorare la nostra alimentazione.
Sono un'ottima base di proteine vegetali quindi una soluzione ideale per coloro che non mangiano carne, ricchi di fibre e vitamine del gruppo B di ferro, magnesio potassio e concorrono a mantenere sano il nostro cuore.
Inoltre è importante consumare legumi per mantenere regolare la glicemia.

Con i legumi si possono proporre svariati piatti dalle calde zuppe alle fresche insalate, con la pasta risolvono un sostanzioso primo e abbinati ai frutti di mare porterete sulla tavola un ricco ed elegante piatto!.  

Con un'alimentazione che comprenda il consumo  regolare dei legumi, ne avremmo solo giovamento per la nostra salute...e direi anche per le nostre tasche, visto il loro costo accessibile !











Ingredienti

Per i ceci:

300 g. di ceci secchi

2 foglie di alloro

2 spicchi di aglio interi

1 costa di sedano

q.b. olio extravergine di oliva

q.b. sale

Per i funghi:

600 g. di funghi cardoncelli della Murgia ( o altre qualità di funghi)

2 spicchio di aglio tritato

q.b. prezzemolo

q.b. olio extravergine di oliva

q.b. sale

1/2 peperoncino o pepe

Inoltre:

Pane di Altamura a tozzetti e tostati

Procedimento

  1. Per prima cosa mettere a bagno i ceci  per circa 10-12 ore. Poi eliminare l'acqua del bagno, sciacquare sotto l'acqua corrente e mettere a cuocere in una pentola (abbastanza capiente da poter contenere poi anche i funghi) coperti di acqua a fiamma bassa (è importante mantenere il fuoco costante per una cottura ottimale dei ceci e per i legumi in genere). Eliminare l'eventuale schiuma che si forma durante la cottura ed aggiungere olio evo e gli odori e lasciar cuocere sempre a fuoco basso. Se l'acqua di cottura dovesse asciugarsi aggiungere altra acqua calda.  Salare a fine cottura e mettere da parte.
  2. Nel frattempo pulire bene i funghi (andrebbero spazzolati accuratamente per eliminare residui di terreno ma io preferisco anche passarli velocemente sotto l'acqua corrente)affettarli e mettere a scolare.In una padella con l'olio evo mettere ad imbiondire l'aglio con il peperoncino, aggiungere poi i funghi e portare a cottura.
  3. Una volta cotti sia i ceci che i funghi versare questi ultimi nella pentola dei ceci, cuocere per qualche minuto aggiungendo prezzemolo fresco tritato.
  4. Servire con i tozzetti di pane tostato.



Scopriamo ora insieme le ricette a base di legumi delle altre rappresentanti regionali:

Liguria: marò di fave


Lombardia: Zuppa rustica con i Fagiolini dall’occhio di Pizzighettone, i"Fasulin de l'oeucc"


Trentino-Alto Adige: Crema di fagioli con involtino di verza e ricotta

Veneto: Radici e fasoi, insalata di radicchi e fagioli


Friuli-Venezia Giulia:   Zuppa di orzo e fagioli


Emilia-Romagna: Pancetta e piselli


Toscana. Fagioli con l’occhio (o dall’occhio o dell’occhio) all’aretina


Umbria: Insalata di fagioli diavoli rossi con patate e cipolle 


Lazio:  Crespelle con farina di ceci


Abruzzo: Torchioli con ragù di lenticchie 


Molise: Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte


Campania: Zuppa di lenticchie e friarielli 


Puglia: Ceci e funghi cardoncelli della Murgia


Basilicata: Cicerchie ricetta lucana con i cavatelli 


Calabria: Lagane e ceci alla calabrese  


Sicilia: Minestra di Lenticchie Siciliana


Sardegna: Il minestrone di lunga vita della famiglia Melis di Perdasdefogus




Pagina Facebook: www.facebook.com/LItaliaNelPiatto


Instagram: @italianelpiatto:  https://www.instagram.com/italianelpiatto/





 

Commenti

  1. Questa zuppa deve essere la fine del mondo, amo tutti i profumi e sapori che la caratterizzano, mmmm...che bontà!

    RispondiElimina
  2. Anche in Liguria prepariamo qualcosa di simile aggiungendo spinaci o bietole, un piatto gustoso!

    RispondiElimina
  3. Questi legumi sono veramente benefici! E che buono questo accostamento ceci/funghi, mi piace un sacco!

    RispondiElimina
  4. Altro abbinamento da provare. Le foto invitano all'assaggio.

    RispondiElimina
  5. Sai che i ceci abbinati i funghi mi mancavano, saranno buonissimi, questa ricetta la provo molto presto, poi ti farò sapere... Grazie di averla condivisa!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez

CUCINA PUGLIESE: Piselli e carciofi ripieni

L'appuntamento di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato ai prodotti e ricette primaverili, piatti leggeri, freschi e genuini. La Puglia...terra di carciofi ma, anche piselli, fave, fagioli, lenticchie, ceci, sono prodotti di colture di antica  tradizione agricola pugliese. La mia proposta è un piatto tipico barese, Carciofi ripieni con i piselli freschi , un binomio perfetto che unisce il sapore un po' amarognolo dei carciofi al gusto dolciastro dei piselli, insomma ne nasce un piatto davvero squisito, sano e nutriente. I piselli freschi insieme alle fave fresche, in questo periodo dominano le nostre tavole, ne facciamo scorte soprattutto di piselli che raccolti e puliti, vengono surgelati per poi gustarne a piacere in svariate preparazioni! Andiamo allora a vedere la ricetta! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 6 carciofi 1/2 kg. di piselli freschi 1 cipolla olio evo sale e pepe 1 limone per il ripieno: 2 uova form

Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

La puntata di oggi de L'Italia nel piatto è dedicata ad uno dei cibi più amati dagli italiani e anche dagli stranieri:  la pizza ,  un semplice impasto di farina lievito e acqua e che, appiattita e condita anche solo con pomodoro, mozzarella e basilico rende unica e allegra una serata in pizzeria fra amici o a casa in famiglia.  Originaria della cucina napoletana, la pizza ha conquistato i gusti a livello internazionale. La più famosa è la pizza Margherita , che nel 1889 il cuoco, Raffaele Esposito  preparò per onorare la regina d'Italia Margherita di Savoia e che condì con pomodoro, mozzarella e basilico, a rappresentare i colori della bandiera italiana, ma la storia della pizza è lunga e incerta. Ogni rappresentante regionale presenterà una pizza con i propri prodotti tipici e tradizionali del territorio. Per la Puglia ho pensato di proporre una pizza con uno dei salumi tradizionali pugliesi e più apprezzati a livello internazionale: il capocollo di Martina Franca. Pe