Passa ai contenuti principali

Cozze fritte

Cozze nere fritte

Le cozze nere  sono una prelibatezza che trovano ampio spazio nella gastronomia pugliese!

In Puglia, le preparazioni tipiche a base di cozze nere sono svariate: la mitica tiella di patate riso e cozze, spaghetti o tubetti con le cozze, cozze alla puppitegna, cozze fritte, cozze gratinate, cozze ripiene e....cozze crude! E' proprio con le cozze tarantine gustate crude che troviamo il massimo del sapore e profumo del mare!  

Cozze nere fritte, è questa la mia proposta per la rubrica de L'Italia nel piatto per il tema: "L'Aperitivo", una o più piccole portate da gustare in un momento conviviale con amici o parenti in allegria ! 


Per il classico aperitivo, dalle nostre parti, non possono mancare olive, taralli, panzerottini, friselline, focaccia e bruschette, tutte idee che avevo già postato, ho pensato quindi di proporre le cozze nere fritte, delle chicche sfiziose, croccanti dal cuore morbido e dal sapore di mare, da gustare calde e ideali, oltre che per un ottimo aperitivo, anche per un buffet, oppure ideale come antipasto per una cena a base di pesce!


La cozza nera tarantina

La cozza nera tarantina è speciale!

Ha un colore rosa tenue, dal gusto carico, dolce e unico! 
La coltura dei mitili a Taranto è un affare importante e molto antico: le prime scritture che fanno riferimento alle cozze nere risalgono al 1525.

Ma perchè è così speciale la cozza tarantina? Sicuramente il pregio è delle condizioni ambientali uniche del mar Piccolo, uno specchio d'acqua interno che è un ambiente molto particolare contraddistinto da 34 sorgenti (citri) di acqua dolce provenienti dalle Murge.
E' proprio l'assiduo rifornimento di acqua dolce che rende la cozza nera tarantina di una dolcezza unica speciale: queste fonti mantengono una temperatura ideale e controllano la salinità dell'acqua!

Dal 28 aprile 2022, proprio pochi giorni fa, la cozza nera tarantina è Presidio Slow Food, al quale hanno aderito decine di miticoltori accentandone il disciplinare tecnico. 







Ingredienti:

1/2 kg. di cozze nere

2 uova

q.b. farina 0

q.b formaggio pecorino grattugiato 

q.b. pepe

1 pizzico di sale

1 ciuffetto di prezzemolo tritato

q.b. di pangrattato

olio di semi arachidi per friggere


Procedimento:

  1. Pulire le cozze staccandole una ad una dalla corda, staccare quel baffetto (il bisso) che fuoriesce dalle valve,  metterle in una coppa e sotto acqua corrente strofinarle vigorosamente fra di loro per eliminare varie incrostazioni  o denti di cane (quelle piccole conchiglie attaccate). Ora procedere aprendo le cozze con il coltellino adatto, far scorrere le due valve fra di loro in modo da creare uno spazietto per infilare il coltellino che si farà scorrere internamente alla cozza staccando il frutto e aprendo completamente le valve. Man mano raccogliere il frutto in un colino facendo scolare il loro liquido. Infine tamponare bene tutte le cozze pulite con carta da cucina o canovaccio. 
  2. In una coppetta mettere un po di farina e passare ad una ad una le cozze
  3. In un'altra coppetta sbattere leggermente le uova, aggiungere un pizzico di sale (ma proprio poco, tenendo presente che le cozze sono già saporite) pepe, prezzemolo tritato e formaggio pecorino grattugiato, prendere le cozze e ad una ad una passarle nell'uovo e poi nel pangrattato.
  4. Infine friggerle per qualche minuto e fino a doratura in abbondante olio di semi e metterle a scolare su carta da cucina.
Note:
Le cozze fritte sono ottime anche senza uova, basta solo immergerle in acqua    frizzante fredda e farina prima di friggerle.

Scopriamo ora le proposte delle altre rappresentanti regionali:

Valle d’Aosta: Polentine dorate con crema di broccolo e tonno https://www.delizieeconfidenze.com/2022/05/polentine-dorate-con-crema-di-broccolo-e-tonno.html
Piemonte:
Trentino - Alto Adige: I sapori del Garda e di Funes in un aperitivo
https://profumiecolori.blogspot.com/2022/05/i-sapori-del-garda-e-di-funes-in-un.html
Friuli-Venezia Giulia:Punte di asparagi e San Daniele croccante, infusione di basilico http://www.lagallinavintage.it/2022/05/punte-di-asparagi-e-san-daniele.html
Marche:
Molise: Aperitivo molisano per L’Italia nel piatto https://tartetatina.it/2022/05/02/aperitivo-molisano-per-litalia-nel-piatto/
Sicilia: Aperitivo siciliano sapori e profumi di un isola
https://www.profumodisicilia.net/2022/05/02/aperitivo-siciliano/
Sardegna: Polpettine di Purpuzza con cuore filante di Dolce sardo: https://dolcitentazionidautore.blogspot.com/2022/05/polpettine-di-purpuzza-con-cuore.html


Commenti

  1. Secondo me, vanno via come le ciliegie: una tira l'altra :)

    RispondiElimina
  2. Queste farebbero felici mio marito, mangiatore seriale di cozze, ehehehe ;)
    Che piattino, complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Questi bocconcini sono spaziali Milena! Che delizia!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  4. Come resistere a questi bocconcini?

    RispondiElimina
  5. Tra le cose che devo ancora provare. Ora so come prepararli!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...! Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo! Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui , scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia! Ricordate? ...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, si

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci