Passa ai contenuti principali

Polpo arrosto alla graffiodde su crema di sedano e patate con briciole di pomodori secchi

Oggi 2 maggio riparte la rubrica mensile de L'Italia nel piatto con un nuovo tema: "La ricetta perfetta". 
Ingredienti: Territorio, tradizione, creatività.

Ricette creative con un ingrediente, protagonista del piatto, tipico o legato al territorio ed elaborato secondo la propria immaginazione e fantasia, una cucina regionale rivista in chiave moderna ma basata sui prodotti eccellenti che caratterizzano la nostra terra. 
Spesso bastano pochi ed essenziali ingredienti per trasformare un piatto semplice in una meraviglia! 

La mia proposta pugliese per questo appuntamento gastronomico: 

"Polpo arrosto alla graffiodde su crema di sedano e patate con briciole di pomodori secchi"



Per questa ricetta ho individuato subito l'ingrediente principe, "Sua Maestà il Polpo".
Sulla tavola barese il polpo è una vera istituzione, soprattutto se gustato crudo, quelli piccoli di scoglio, freschi, appena pescati e arricciati ad opera d'arte  fino a farli diventare belli croccanti (qui vi riporto il metodo unico che usano i nostri pescatori per arricciarli) sono dei bocconcini da acquolina in bocca! E poi, in umido, arrosto, fritto, lesso con patate, al forno con patate, ad insalata!

Sono partita dal "polpo alla graffiodde", un modo tipico e semplice
di cuocere il polpo a Mola di Bari, il paese in cui vivo, i pescatori molesi  lo hanno acquisito dagli isolani greci di Corfù.
Il polpo viene tagliato a pezzi, ricoperto di pangrattato e cotto alla brace.
Ho poi subito pensato al classico abbinamento con le patate realizzando una gustosa crema che accostata al sedano l'ha resa fresca e perfetta da gustare con il polpo. Le note della buccia grattugiata di limone, delle briciole di  pomodori secchi e della spolveratina di pepe hanno in fine  equilibrato ed esaltato i vari sapori degli ingredienti!
Il risultato? Davvero una interessante e appetitosa sorpresa! La cura dell'aspetto estetico ha reso poi il piatto piacevole anche alla vista!










Ingredienti:

2 polpi freschi e arricciati da 250 g. circa l'uno
pangrattato q.b.

Per la crema di sedano e patate:

300 g. di patate
3-4 gambi di sedano
1 cipolla piccola
olio evo q.b.
sale
pepe
1 buccia di limone non trattato grattugiato
qualche pomodoro secco da sbriciolare

Procedimento:

1) In una coppa mettere i polpi che saranno già stati puliti ed arricciati, ungerli da tutte le parti con un filo di olio evo,  tagliare ciascun polpo in 4 parti, passarli nel pangrattato e tenere da parte.

2) Nel frattempo preparare la crema. Lavare i gambi di sedano eliminando eventuali filamenti e tagliandoli a dadini, sbucciare le patate, lavarle e tagliare a dadini, io ho messo tutto in un robot per sminuzzarli.

3) In un tegame far soffriggere appena un piccola cipolla tritata in un po' di olio evo, versare le verdure tritate e far rosolare per qualche minuto, poi aggiungere acqua a filo e salare, mettere il coperchio e portare a cottura fino a quando l'acqua si sarà consumata,  deve risultare una crema non liquida e nemmeno troppo densa. Se rimangono dei pezzi ancora interi frullare con il minipimer per una maggiore cremosità.

4) A questo punto potete arrostire i polpi, se avete la la possibilità di accendere la brace i polpi saranno superlativi, ma vanno bene arrostiti anche su una piastra di ghisa, girando di tanto in tanto per non farli bruciare.

5) Prepariamo i piatti versando sul fondo uno strato di crema, aggiungiamo una spolverata di pepe, buccia di limone grattugiato e pomodori secchi sbriciolati ed in fine adagiamo i pezzi di polpo arrosto.





Scopriamo ora i piatti creativi delle altre regioni:

Valle d’Aosta: Crocchette di fontina https://www.acasadivale.it/2019/05/02/crocchette-di-fontina/
Veneto: cannoli di mais agli asparagi bianchi di Bassano https://www.ilfiordicappero.com/2019/05/cannoli-di-mais-agli-asparagi.html
Friuli-Venezia Giulia: Ravioli verdi con robiola e speck su fonduta di Formadi Frant
https://www.blogthatsamore.it/2019/05/ravioli-verdi-con-robiola-e-speck-su-fonduta-di-formadi-frant.html
Emilia Romagna: Dolce di ricotta al miele con fragole all’Aceto Balsamico di Modena https://zibaldoneculinario.blogspot.com/2019/05/dolce-di-ricotta-al-miele-con-fragole.html
Marche: Confettura di fragole e anice verde di Castignano http://www.forchettaepennello.com/2019/05/confettura-di-fragole-e-anice-verde-di-castignano.html
Umbria: Insalata di lenticchie di Castelluccio di Norcia e asparagi https://www.dueamicheincucina.it/?p=26130
Lazio: Ravioli ripieni di fave e pecorino profumati di mentuccia https://www.merincucina.it/2019/05/ravioli-ripieni-di-fave-e-pecorino-profumati-di-mentuccia.html
Molise: Gnocchi asparagi e tartufo su fonduta di caciocavallo https://blog.cookaround.com/gildabias/gnocchi-asparagi-e-tartufo-su-fonduta-di-caciocavallo
Campania: Crostatine con la confettura di mela Annurca Campana https://fusillialtegamino.blogspot.com/2019/05/crostatine-con-la-confettura-di-mela.html
Puglia: Polpo arrosto alla graffiodde su crema di sedano e patate con briciole di pomodori secchi https://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2019/05/polpo-arrosto-alla-graffiodde-su-crema.html
Basilicata: Orecchiette con fagioli, erbette di campo e peperoni cruschi http://blog.giallozafferano.it/lalucanaincucina/orecchiette-con-fagioli-erbette-di-campo-e-peperoni-cruschi/
Calabria: Crostini integrali con nduja e crema di carciofi https://ilmondodirina.blogspot.com/2019/05/crostini-integrali-con-nduja-e-crema-di.html
Sicilia: Capuliato Siciliano il Pesto di Pomodori Secchi https://www.profumodisicilia.net/2019/05/02/pesto-di-pomodori-secchi/
Sardegna: Panini al latte e miele con caprino e Confettura di fichi neri di Chia ,polvere di crudo di Barbagia e noci https://dolcitentazionidautore.blogspot.com/2019/05/panini-al-latte-e-miele-con-caprino.html

Commenti

  1. Una magnifica ricetta, cara Milena! Ero curiosa di leggere la ricetta e non sono rimasta certo delusa, bacione

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo di piatto! Adoro il polpo ma non so cucinarlo. Mi segno la ricetta e mi butto :)

    RispondiElimina
  3. Immagino la bontà... se pensi che io più di cuocerlo in acqua non so fare...devo venire a lezione da te, lì a Mola! Bellissimo piatto oltre ad essere davvero delizioso!

    RispondiElimina
  4. se seduta in un ristorante mi portassero un piatto come questo, penserei di essere nel posto giusto e di aver ordinato il piatto più buono di tutto il menu! E' una ricetta pazzesca, la tua descrizione poi fa venir voglia di stare li a guardare i pescatori pregustando il momento di sedersi a tavola! bravissima, una ricetta perfetta! un bacio e buona domenica

    RispondiElimina
  5. Che buono che deve essere, e che bella presentazione, complimenti.
    a presto

    RispondiElimina
  6. Non sapevo che anche il polpo si potesse mangiare crudo. Quante cose si imparano. Bellissima ricetta e presentazione molto invitante. Baci

    RispondiElimina
  7. Play bazaar chart are ever time free on the Play Bazzar website you can find it there and use rashi chart for wining the game.Satta King game can change your all theory when you start guessing on your paper pen. Forget all of these third class steps, now the time for the upgrade by the help of Play Bazaar result or old result chart and rashi and milan rashi os all satta matka.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

Le amarene sciroppate

Buon inizio settimana carimissimi amici! In estate mi piace dedicarmi alla preparazione di conserve di frutta  varia ...in inverno è poi piacevole assaporare e sentirne il loro profumo...! Tra marmellate e frutta sciroppata ...insomma è bello e comodo avere in dispensa una bella scorta da usare per dolci o da consumare così ...magari anche su un bel gelato! Ingredienti: 1 kg. di amarene 1 kg. di zucchero 100 gr. di alcool Procedimento: Lavare e sgocciolare le amarene. Poi eliminare i noccioli ( non buttateli...si può fare un ottimo liquore di amarene) e mettere le amarene in un boccaccio grande. Aggiungere lo zucchero  e l'alcool, chiudere e riporre in dispensa , giornalmente agitare il boccaccio fino a quando lo zucchero si è sciolto completamente . In frigo poi si conservano perfettamente.

Fegato all'arancia

Fegato all'arancia Il fegato all'arancia è una preparazione semplice e veloce per portare a tavola un secondo gustoso e saporito. E' questo il mio contributo per la rubrica mensile dell'I talia nel piatto , questo appuntamento è dedicato alle ricette con gli ingredienti meno nobili: scarti di verdura di stagione, pane raffermo, ossa, cotiche, orecchie e zampetti di maiale, ecc..  Un abbinamento insolito per un piatto tipico regionale ma sfogliando il solito libro di Luigi Sada "La cucina pugliese" sono rimasta sorpresa dal titolo di questa ricetta in dialetto salentino " Fegatu de maiale cu lu portacalli " (portacallu - dal nome del Portogallo, da cui proviene l'albero) ovvero "Fegato di maiale con l'arancia! Il fegato lo mangio e lo adoro soprattutto se si tratta dei famosi "gnumarelli" tipici pugliesi, non sono altro che involtini di interiora  (fegato, polmone e rognone) stretti all'interno del budello dell'agnello,

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez