Passa ai contenuti principali

CUCINA PUGLIESE: La focaccia alla barese


Altro giro gastronomico di ricette tipiche regionali...ideali da preparare per una gitarella fuori porta, al mare, in campagna, in montagna, insomma piatti facili da trasportare e da gustare all'aria aperta!
Il tema di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è appunto: Il pic nic!

Non ho avuto dubbi su cosa preparare per questo appuntamento...la focaccia barese, un'emblema della cucina tipica barese, il cibo da strada per eccellenza, il cibo che..."oggi si va al mare, allora una ruota di focaccia e..via", il cibo che allieta ogni pranzo, cena, spuntino e merenda, insomma il cibo che tutti, ma proprio tutti adoriamo!
Alta o bassa, con patate o senza, semplice o farcita, accompagnata da un'ottima birra fresca, è sempre presente sulle nostre tavole pugliesi!
Ma è soprattutto a Bari che c'è il culto della focaccia...bassa, semplicemente con pomodori olive baresane, origano e...tanto oleosa, praticamente una goduria!
Non è facile arrivare al risultato delle focacce che si possono gustare nei vari panifici sparsi nella città, ma devo dire che con questa  mi sono avvicinata parecchio!

Un abbraccio MILENA





















Ingredienti:

1/2 kg. di farina 00
15 g. di lievito di birra
1 cucchiaio raso di sale fino
1 cucchiaino di zucchero
350 ml. circa di acqua tiepida
olio evo q.b.
origano
olive baresane in acqua ( ma vanno bene anche altri tipi di olive)
pomodori ciliegia o pomodori di stagione
qualche cucchiaio di passata di pomodoro (facoltativo)

Procedimento:

Sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida, mettere la farina a fontana sulla spianatoia, al centro versare lo zucchero, il lievito sciolto ed in un angolo esterno alla farina aggiungere il sale, man mano che si versa l'acqua al centro impastare e lavorare un po, l'impasto non deve risultare ne troppo duro ma nemmeno liquido, insomma deve essere abbastanza morbido e liscio.
In un tegame di 40 cm. di diametro versare l'olio evo in modo da coprire tutto il fondo, adagiare l'impasto al centro, coprire con un canovaccio e mettere nel forno spento e chiuso a lievitare per circa 2 ore.
Quando la massa è lievitata allargarla delicatamente con le dita facendo delle fossette, cospargere a piacere un po' di passata di pomodoro su tutta la superficie,oppure solo le ciliegine tagliate a metà, questa operazione è bene farla direttamente sulla focaccia in modo che tutto il succo dei pomodori non si perda, poi origano, olive, un pizzico di sale ed irrorare con un filo di ottimo olio evo, mettere a riposare ancora per 15-20 minuti e poi infornare alla massima temperatura in forno statico,il mio arriva a 250°, per 5-10 minuti sul fondo del forno, poi passare la teglia a metà livello per altri 20 minuti circa o fino a completa doratura.
I bordi saranno bruciacchiati ed il centro deve rimanere più soffice...sarà questo il momento di sfornare!





Vediamo ora le delizie che hanno preparato le altre regioni:

 Trentino-Alto Adige: La Pinza di Donna Simonahttp://www.afiammadolce.ifood.it/2015/05/la-pinza-di-donna-simona.html


Lombardia: Frittata con le cipolle (Fritada cun le sigule)



Toscana: Pan del pescatore
  



Campania: Frittata di spaghetti alla napoletana



Calabria:Pitta ripiena con tonno e cipolle rosse di Tropea

Commenti

  1. Mamma che squisitezza la focaccia barese!!! Non poteva mancare nell'appuntamento del pic nic! E' splendida la tua Milena, complimenti! Cosa darei per un morso...

    RispondiElimina
  2. Sono sicura che ti sei avvicinata e parecchio...la vedo meravigliosa!La faccio spesso anch'io,la adoro con quei pomodorini affondati nel soffice impasto e origano a go go....Sento un profumo cara,che bellezza!

    RispondiElimina
  3. SI VEDE CEH E' SOFFICISSIMA COME QUELLA BARESE, CHE IO ADORO, MIA SUOCERA E' BRAVISSIMA A FARLA, IO DEVO ANCORA MIGLIORARE UN PO'!!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Che buona la focaccia barese. Noi la facciamo spesso, ma di sicuro non viene buona come la tua. Proverò la tua ricetta, che mi piace tantissimo :D

    RispondiElimina
  5. Mamma mia quanto mi piace......... :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  6. quella crosticina sopra la saete fare solo voi!!!! ahhhhhh che invidia!!!

    RispondiElimina
  7. Oh mamma la focaccia barese!! Una cosa divina.. e ti dico solo che io una (non un pezzo, UNA) me la papperei adesso adesso :)

    RispondiElimina
  8. questa focaccia è gustosissima, veramente perfetta per un pic nic!
    baci e buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
  9. Perfetta per il Pic Nic! Buonissima

    RispondiElimina
  10. Milena che buona! Proprio oggi l'ho preparata ma ho mescolato varie farine, persino quella di grano arso! Una bontà!
    Un bacio cara e buona settimana!
    Rosa

    RispondiElimina
  11. Se potessi allungare le mani attraverso lo schermo, me la sarei già mangiata tutta, cara Milena! Mi accontenterò di guardare, un bacione a presto

    RispondiElimina
  12. Madòòòò che meraviglia!! Uno spettacolo da vedere e da mangiare!

    RispondiElimina
  13. L'aspetto e' davvero invitane e poi quella crosticina mi piace troppo.

    RispondiElimina
  14. Semplicemente favolosa, voglio farla per la festa del pargolo.
    Ricetta copiata.
    Poi ti faccio sapere se sono stata brava come te! ;)

    RispondiElimina
  15. infinita....bontà!!!grazie Milena per aver realizzato questa delizia................

    RispondiElimina
  16. Questa è buona anche a colazione! A presto!

    RispondiElimina
  17. Un classico, troppo buona, mi sembra di sentire il profumo, un bacione

    RispondiElimina
  18. E' il mio piatto preferito, lo ammetto!!!! E tu sei sempre strepitosa nelle ricette che sanno della tua meravigliosa terra!!!! Complimenti bella donnaaaaaaaaa <3

    RispondiElimina
  19. questa focaccia è qualcosa di meraviglioso!!! non si può resistere alla tentazione di mangiarla! .... ed infatti mi è venuta fame!!

    RispondiElimina
  20. Questa focaccia si puo' commentare con un sola aggettivo......
    Bonaaaaa!!!!!!!
    A Presto

    RispondiElimina
  21. La focaccia barese, che meraviglia! La preferisco mille volte alla pizza! Grazie pe rla ricetta, Milena.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...!
Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo!
Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui, scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia!
Ricordate?
...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, sicure…

Spaghetti con sughetto di Pelose...!

Buona serata a tutti!
Oggi un piatto tipico di mare...spaghetti con sughetto di "Pelose",  eh si...qui nella zona di Bari chiamiamo proprio così quei granchi un pò più grandi e con gli arti e le chele ricoperte di setole pelose e di colore scuro! E' molto facile trovare le pelose sulle nostre coste, ma la loro tana è solitamente una grossa buca nella roccia sott'acqua.  Da non confondere con i semplici granchi, più piccoli e di colore verdastro e che...se per caso vi trovate sdraiati sul bagnasciuga di uno scoglio li vedrete aggirarsi tranquillamente! La Pelosa si nutre di polpi...ma è anche la loro preda!
Beh...noi ci pappiamo alla grande tutti e due!
Non so se sapete della nostra passione per la pesca di polpi...e allora un giorno un cugino di mio marito ci ha fatto cosa graditissima regalandoci una bella vaschetta di Pelose vive per poter andare a pescare polpi! Ma erano davvero tanti...e allora perchè non fare un bel sughetto con qualche Pelosa?  Detto ...fatto!!…

CUCINA PUGLIESE: Piselli e carciofi ripieni

L'appuntamento di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato ai prodotti e ricette primaverili, piatti leggeri, freschi e genuini.

La Puglia...terra di carciofi ma, anche piselli, fave, fagioli, lenticchie, ceci, sono prodotti di colture di antica  tradizione agricola pugliese.
La mia proposta è un piatto tipico barese, Carciofi ripieni con i piselli freschi, un binomio perfetto che unisce il sapore un po' amarognolo dei carciofi al gusto dolciastro dei piselli, insomma ne nasce un piatto davvero squisito, sano e nutriente.
I piselli freschi insieme alle fave fresche, in questo periodo dominano le nostre tavole, ne facciamo scorte soprattutto di piselli che raccolti e puliti, vengono surgelati per poi gustarne a piacere in svariate preparazioni!
Andiamo allora a vedere la ricetta!

Un abbraccio MILENA











Ingredienti:

6 carciofi
1/2 kg. di piselli freschi
1 cipolla
olio evo
sale e pepe
1 limone

per il ripieno:

2 uova
formaggio pecorino grattugiato
poco pane raffermo
prezzemolo