Passa ai contenuti principali

CUCINA PUGLIESE: Sivoni con le fave


Buon sabato a tutti!

L'appuntamento di questo mese della consueta rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato alle verdure a foglia verde o erbe spontanee.
Il tema di oggi è appunto: L'erba del vicino è sempre più verde

La ricetta pugliese che vi propongo è:
I sivoni con le fave


In Puglia, alla semplicità della tradizionale cucina a base di erbe spontanee (cicorie, sivoni o cicorielle selvatiche, ruca, cime di rape ecc.) si è aggiunto il culto della buona tavola...a sfondo verde!
Il sivone non è altro che una cicoria selvatica e che la fa da padrona sulla nostra tavola ....insomma una verdura molto importante per l'alimentazione del pugliese!


Sivone, in dialetto barese u s'von, con le fave bianche...è' il piatto povero per eccellenza,  rappresentava fino a non molti anni fa la base dell'alimentazione delle classi meno privilegiate, mentre ai nostri giorni, con la rivalutazione della dieta mediterranea, è diventato quasi un piatto prelibato della nostra gastronomia, tanto che ormai lo si trova anche nei ristoranti più alla moda della Puglia!!!
Un piatto sano e nutriente formato da 2 ingredienti poveri e rustici...sivoni (o cicorielle selvatiche) e fave...dal gusto così inconfondibile e gustoso!
Questa pianta cresce quasi dappertutto in Puglia e in quasi tutti i periodi dell'anno.
Le cicorie in genere,stimolano il lavoro della bile e favoriscono quindi la digestione, sono povere di calorie ma ricche di fibre e sali minerali (calcio, ferro e fosforo).
Come nel caso di altre erbe amare utilizzate per il consumo alimentare, proprio per via del suo sapore ben distinto e delle sostanze in essa contenute, alla cicoria vengono attribuite proprietà depurative e disintossicanti.

Essa viene considerata una purga naturale, per via dei suoi effetti lassativi. La cicoria avrebbe inoltre la capacità di regolare il battito cardiaco, di ridurre alcuni tipi di infiammazioni e di controllare la glicemia. 
Contiene inoltre, come molti pesci, gli omega 3, i famosi acidi grassi essenziali.


--------------------------
E prima di passare alla ricetta colgo l'occasione per...
 AUGURARE A TUTTI VOI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE UNA SERENA PASQUA DI PACE!
UN ABBRACCIO MILENA















Ingredienti:

1 kg.di sivoni o cicorielle selvatiche
300 g. di fave bianche secche
2 cipolle rosse
olio evo
1 spicchio di aglio
sale q.b.

Procedimento:

Mettete a bagno per una notte le fave, ( io evito questo passaggio). Poi scolatele e mettele a cuocere in un tegame coperto di acqua, l'ideale sarebbe nel pignatello, una sorta di brocca di terracotta, a fiamma bassissima, aggiungete uno spicchio di aglio  e un filo di olio evo, portate a cottura, girando di tanto in tanto con il cucchiaio i legno, senza alzare mai la fiamma, diventerà una bella crema di fave, alla fine salate un pò.
Nel frattempo pulite e lavate bene i sivoni, metteteli a lessare  in acqua salata. Scolate e tenete da parte.
Fate un soffritto di cipolla rossa affettata in abbondante olio.
Quando tutto è pronto, mettete nei piatti o coppette, i sivoni, sopra versate il purè di fave e condite con il soffritto di cipolla rossa!
Il massimo del gusto lo si trova mescolando bene i sivoni conla purea di fave bianche!





Andiamo ora  tutti curiosare nelle cucine delle altre regioni:

Trentino Alto Adige Spätzle alle erbette



MarcheRavioli con le ortiche e ricotta

Umbria - risotto con asparagi di bosco 





Vi ricordo inoltre il contest dell'Italia nel piatto è sempre aperto per chi ha voglia di partecipare!



Commenti

  1. Splendide foto come sempre Milena e magnifica ricetta!! Tanti auguri di Buona Pasqua a te e family, un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Milly, senza parole per bravura, competenza e foto! Complimenti alla rappresentante della Puglia, la migliore della sua regione!!! Buona Pasqua e tantissimi auguri di cuore!

    RispondiElimina
  3. Un piatto squisito!!!Ti abbraccio e ti auguro buona pasqua

    RispondiElimina
  4. Buona la cicoria selvatica, solo che non avrei pensato che si nascondesse dietro il nemi di sivoni!!! Tantissimi auguri anche a te Milena, un bacio grandissimo, a presto

    RispondiElimina
  5. Cicorietta selvatica è un toccasana ... dovremo usarla più spesso, però a vista così , mi sembra di non averla mai vista, sono proprio poco esperta di erbe selvatiche! Complimenti al tuo piatto davvero della tradizione!
    Tanti auguri di Buona Pasqua a te e alla tua splendida famiglia!!

    RispondiElimina
  6. una preparazione davvero squisita!complimenti anche per le foto...buona pasqua

    RispondiElimina
  7. Una verdura questa tra le più squisite. Ricetta super gustosa.
    Auguri di una Santa Pasqua

    RispondiElimina
  8. è sempre un piacere conoscere ricette tipiche della puglia, un piatto semplice ma di gran gusto

    RispondiElimina
  9. Un piatto semplice, ma tanto gustoso :)
    Complimenti.

    RispondiElimina
  10. Che buona deve essere questa ricetta pugliese, ho l'acquolina a mille!!! :D Complimenti e un abbraccio forte, grazie per il tuo dolce commento e le tue parole <3 Buon proseguimento di settimana :) :**

    RispondiElimina
  11. Un meraviglioso piatto della tradizione!!!!!! Bacioni

    RispondiElimina
  12. Carissima Milena, questo piatto è una bontà, mi piace tanto ed è molto richiesto nei ristoranti! Complimenti, sei molto brava. Passa da me, ti auguro buona settimana, Rosa

    RispondiElimina
  13. mamma mia che fame che mi hai fatto venire!! che meraviglia

    RispondiElimina
  14. bellissimo piatto, la verdura con il pane tostano è eccezionale, a presto

    RispondiElimina
  15. Un bellissimo piatto primaverile, arrivo in ritardissimo, ma la Pasqua mi ha fatto un effetto strano...sarà stato l'abbinamento con il mese di aprile, praticamente non ho voglia di fare nulla :)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  16. a quest'ora me lo divorerei questo piatto!
    un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
  17. pretty nice blog, following :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...!
Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo!
Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui, scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia!
Ricordate?
...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, sicure…

Spaghetti con sughetto di Pelose...!

Buona serata a tutti!
Oggi un piatto tipico di mare...spaghetti con sughetto di "Pelose",  eh si...qui nella zona di Bari chiamiamo proprio così quei granchi un pò più grandi e con gli arti e le chele ricoperte di setole pelose e di colore scuro! E' molto facile trovare le pelose sulle nostre coste, ma la loro tana è solitamente una grossa buca nella roccia sott'acqua.  Da non confondere con i semplici granchi, più piccoli e di colore verdastro e che...se per caso vi trovate sdraiati sul bagnasciuga di uno scoglio li vedrete aggirarsi tranquillamente! La Pelosa si nutre di polpi...ma è anche la loro preda!
Beh...noi ci pappiamo alla grande tutti e due!
Non so se sapete della nostra passione per la pesca di polpi...e allora un giorno un cugino di mio marito ci ha fatto cosa graditissima regalandoci una bella vaschetta di Pelose vive per poter andare a pescare polpi! Ma erano davvero tanti...e allora perchè non fare un bel sughetto con qualche Pelosa?  Detto ...fatto!!…

CUCINA PUGLIESE: Piselli e carciofi ripieni

L'appuntamento di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato ai prodotti e ricette primaverili, piatti leggeri, freschi e genuini.

La Puglia...terra di carciofi ma, anche piselli, fave, fagioli, lenticchie, ceci, sono prodotti di colture di antica  tradizione agricola pugliese.
La mia proposta è un piatto tipico barese, Carciofi ripieni con i piselli freschi, un binomio perfetto che unisce il sapore un po' amarognolo dei carciofi al gusto dolciastro dei piselli, insomma ne nasce un piatto davvero squisito, sano e nutriente.
I piselli freschi insieme alle fave fresche, in questo periodo dominano le nostre tavole, ne facciamo scorte soprattutto di piselli che raccolti e puliti, vengono surgelati per poi gustarne a piacere in svariate preparazioni!
Andiamo allora a vedere la ricetta!

Un abbraccio MILENA











Ingredienti:

6 carciofi
1/2 kg. di piselli freschi
1 cipolla
olio evo
sale e pepe
1 limone

per il ripieno:

2 uova
formaggio pecorino grattugiato
poco pane raffermo
prezzemolo