Passa ai contenuti principali

La bruschetta in Puglia

Soprattutto in estate, con il caldo e la poca voglia di stare tanto tempo ai fornelli, si sente la necessità di preparare cibi veloci ma appetitosi e ch, se arricchiti con gli ingredienti giusti, sapranno soddisfare anche i palati più esigenti. 

L'Italia nel piatto dedica l'appuntamento di questo mese alla "Bruschetta d'estate", tante idee per condire la bruschetta con prodotti tipici regionali e per dare profumo e colore alla tavola estiva..


La bruschetta classica in Puglia
"Pane e olio", all'inizio era questo il cibo che un tempo i contadini consumavano per sfamarsi durante le giornate di duro lavoro nei campi.
Non si buttava via nulla, il pane vecchio e duro abbrustolito ritrovava così un nuovo e gradevole profumo.. Con il tempo la classica bruschetta si arricchisce di pomodori, basilico o rucola e origano. 

Il pane che si usa è quello famoso di Altamura, l'ottimo olio pugliese e i saporitissimi pomodori della marina esaltano il sapore e il profumo della classica bruschetta pugliese. 

Come aperitivo oppure come antipasto la classica bruschetta con pomodori, basilico e origano è sempre presente sulla tavola pugliese, anche nei ristoranti la servono nell'attesa del pranzo o della cena.

Per la Puglia, oltre alla bruschetta classica, ho preparato la variante con il famoso capocollo di Martina Franca, l'insaccato locale più famoso e apprezzato e la stracciatella, una specialità pugliese formata da straccetti di mozzarella e panna fresca, la mozzarella viene stracciata con le mani a formare dei filamenti e mescolata alla panna fresca. 
L'altra versione di bruschetta è con la ricotta forteasckuande, pomodori e cipolla rossa.

Insomma, con la fantasia e con gli ottimi prodotti tipici regionali possiamo creare delle sfiziosità semplici e dai sapori genuini.  







Il capocollo di Martina Franca 

Il capocollo viene prodotto, oltre a Martina Franca, nella zona dei boschi di quercia della Valle d'Itria, Cisternino, Locorondo.
E' un ottimo  insaccato che si ottiene dalla fascia muscolare del suino tra il capo e le vertebre.
La caratteristica che rende unico e speciale il sapore del capocollo di Martina sono, oltre al clima eccezionale, fresco e ventilato della valle d'Itria, gli ingredienti: sale grosso, pepe, erbe e spezie locali e vin cotto  che dona all'insaccato un colore e sapore particolare..


La ricotta asckuande

La ricotta forte detta anche in dialetto, a seconda delle zone 
pugliesi, scantescantaascuantesquant, dal latino uscàre-bruciare, è un latticino cremoso, dal sapore intenso, sapido e deciso ma molto gradevole e dal profumo quasi pungente. E' uno dei
prodotti agroalimentari tipici (PAT) pugliesi ed è l'ingrediente che trova ampio uso nella preparazione dei piatti tradizionali della nostra terra. Oltre al panzerotto, si usa in piccole quantità per arricchire sughi che andranno a condire le orecchiette o vari tipi di pasta fresca, oppure nel calzone di cipolle sponsali, o semplicemente spalmata su fette di pane casereccio tostato con aggiunta di acciughe.


Ingredienti
  • pane di Altamura
  • Pomodori della marina
  • rucola
  • ricotta forte
  • cipolla rossa
  • capocollo di Martina Franca
  • stracciatella
  • origano
  • olio evo
  • sale fino
  • spicchio di aglio
Quantità: a piacere

Procedimento

Abbrustolire le fette di pane nel forno o meglio sulla griglia della brace senza farle tostare molto, devono essere croccanti fuori e un po' morbide all'interno.

Bruschette classiche: in una coppetta condire i pomodori con olio evo, sale fino, origano, far riposare una mezz'ora. Strofinare poi le bruschette con lo spiglio di aglio e condirle con i pomodori e rucola.

Bruschette con ricotta forte: spalmare la ricotta forte sulle bruschette, aggiungere qualche pomodoro e la cipolla rossa a fettine sottili e un filo di olio evo.

Bruschette con capocollo: coprire le bruschette con la stracciatella, adagiare sopra qualche fetta di capocollo di Martina Franca, decorare con foglioline di rucola.


Ecco qui di seguito le proposte delle altre rappresentanti regionali:

Piemonte: Bruschette con Robiola, Zucchine, Datterini e Pesto di basilico e prezzemolo https://www.lacascatadeisapori.it/bruschette-con-robiola-zucchine-datterini-e-pesto-di-basilico-e-prezzemolo/
Veneto: Bruschetta con prosciutto Veneto DOP, robiola e fichi carammelati al miele con pino mugo https://www.ilfiordicappero.com/2021/07/bruschetta-veneta.html
Molise: Bruschetta molisana peperoni peperoncino e uova https://tartetatina.it/2021/07/02/bruschetta-molis…peroncino-e-uova/
Basilicata: Bruschette ai peperoni, sapori lucani https://www.quellalucinanellacucina.it/bruschette-ai-peperoni-sapori-lucani
Sicilia: Bruschetta con Melanzane Grigliate e Pomodori Costoluti di Pachino - https://www.profumodisicilia.net/2021/07/02/bruschetta-con-melanzane-grigliate












 

Commenti

  1. Io le voglio tutte e tre!! Che meravigliosi prodotti, che buoni!!

    RispondiElimina
  2. wow qui è un bel dilemma!! queste sono bruschette molto invitanti!! un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Quanti meravigliosi sapori, Milena, non si può scegliere, si assaggia tutto! Buone vacanze :)

    RispondiElimina
  4. Anche da me il pane non si butta mai e d'estate come d'inverno finisce quasi sempre a bruschetta. Che buone le tue proposte. Natalia

    RispondiElimina
  5. Deliziose tutte, ma io a quel capollo non riesco a rinunciare
    Bravissima

    RispondiElimina
  6. Di pane e olio io ci vivrei, mi piace un sacco ma le altre bruschette... wow! che marcia in più che hanno! Un piacere ogni volta scoprire nuovi prodotti, un abbraccio e buone ferie!!

    RispondiElimina
  7. Sono certa di aver iniziato a gustare pane e olio proprio dai miei nonni in Puglia!!
    Con quel pane, con quell’olio come resistere!!!
    Ottime, sono certa!!
    Elisa

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...! Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo! Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui , scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia! Ricordate? ...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, si

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci