Passa ai contenuti principali

Orata alla pugliese

Orata alla pugliese

L'orata alla pugliese è un piatto tipico regionale dallo straordinario sapore di mare, Il pesce abbinato alle patate, regala al palato un gusto davvero speciale.

Una ricetta semplice da preparare con pochi ingredienti ma di qualità, pesce freschissimo e patate nostrane, conditi con olio, aglio, prezzemolo e formaggio pecorino! Cotto in forno, il pesce resterà umido e succoso grazie alla copertura delle fette di patate! Un accostamento di sapori di terra e di mare eccezionale, un piatto che farà fare un figurone per un pranzo speciale! 

Con la ricetta dell'orata alla pugliese partecipo all'appuntamento mensile de L'Italia nel piatto, questo mese il tema è : Cuciniamo il pesce

Il pesce in Puglia

Grazie allo sviluppo costiero, il pesce in Puglia è molto diffuso nell'alimentazione quotidiana cucinato sia in modi semplici e sbrigativi sia in quelli più elaborati. 

La nostra regione, circondata quasi interamente dal mare, ci porta a fruire di tutti i suoi frutti che arrivano direttamente ai nostri mercati del pesce offrendo così sempre pesce freschissimo di giornata oltre ad una grande varietà. Il pescato è formato soprattutto dal pesce azzurro, economico ma non per questo poco pregiato, dalla paranza composta prevalentemente da pesci di piccole dimensioni come trigliette, merluzzetti, zanchette, alici ecc., pesce da zuppa come scorfano, gallinella, penna, rana pescatrice oltre a molluschi e crostacei, totani, polpi, seppie, gamberi, scampi, cicale di mare.. Altre prelibatezze di mare sono il pesce San Pietro, l'orata, il dentice, il sarago, la cernia,  pesci bianchi dal sapore delicato e con carni bianche, magre e tenere.

In tutta la regione pugliese, tranne qualche zona all'interno, si possono gustare piatti a base di pesce che viene preparato in vari modi man mano si passa da una provincia all'altra!

Il pesce in cucina è così versatile che bastano pochi e semplici ingredienti per portare a tavola un pasto gustoso e ricco di sapore.. I metodi di cottura sono vari e ci si può sfiziare a realizzare tante ricette: in umido, fritto, al cartoccio, arrosto al forno o alla brace, lesso, al vapore, al sugo, a zuppa, per non parlare poi del consumo del pesce crudo in Puglia,  ma è soprattutto a Bari che non può mancare la tradizione dell'antipasto di crudo sulla tavola della domenica!  




L'Orata di mare

E' un pesce bianco apprezzatissimo: l'orata è povera di lische, appetitosa, delicata con una carne succosa..
E' presente in tutta l'area costiera del Mediterraneo e vive tra i 5 e i 150 metri dalla costa, Il corpo è ovale, schiacciato ed allungato, ha la bocca piccola, gli occhi grandi, il ventre è argenteo e il dorso azzurrognolo. Si riconosce inoltre per la sua tipica linea dorata fra gli occhi. .

E' un pesce pregiato, dalle carni saporite e magre, difatti è consigliato nelle diete ipocaloriche..

L'orata di mare è uno dei pesci fra i più costosi, non sempre è reperibile sui banchi del mercato del pesce o delle pescherie, per la difficoltà a pescarlo!



Curiosità

Sergio Flavio, console dell'Impero romano, cambiò il suo nome in Sergio Orata per aver fatto fragore a Roma con l'allevamento nel lago di Lucrino di orate e ostriche, tecnica appresa a Brindisi e a Taranto.



Ingredienti

1 orata di mare da circa 900 g.

3 patate grandi

2 spicchi di aglio

formaggio pecorino grattugiato

sale e pepe

prezzemolo

olio evo

Procedimento

  • Pulire l'orata eliminando le squame, le interiora e le branchie, , lavare velocemente dentro e fuori sotto acqua corrente e tamponare con carta cucina.
  • Pulire e affettare le patate, una metà saranno più doppie e l'altra metà un po' più sottili. Se le orate saranno di dimensione più ridotte regolarsi affettando le patate più sottili in modo da permettere una cottura uniforme con il pesce.  
  • Ungere una pirofila con dell'ottimo olio extravergine di oliva, disporre le fette di patate più spesse in uno strato, condire con olio evo, sale e pepe, prezzemolo e aglio tritati e una spolveratina di pecorino grattugiato, disporre poi il pesce e condire con un filo di olio evo, poco sale e pepe, coprire poi il pesce con le restanti fette di patate più sottili e ripetere il condimento.
  • Infornare a 200° per circa 45-50 min.,  per pezzature più ridotte del pesce ridurre i tempi di cottura. 





Qui di seguito trovate le ricette a base di pesce delle altre rappresentanti regionali:

Valle d’Aosta: Il pesce nelle ricette valdostane e la zuppa saporita https://www.delizieeconfidenze.com/2021/06/il-pesce-nelle-ricette-valdostane-e-la-zuppa-saporita.html
Trentino-Alto Adige: “El Sisam” - pesce aromatizzato
https://profumiecolori.blogspot.com/2021/06/el-sisam-pesce-aromatizzato.html
Molise: Fusilli con ragù di pescatrice ripiena https://tartetatina.it/2021/06/02/fusilli-con-ragu…scatrice-ripiena/

Commenti

  1. Io prendo spesso l'orata che alterno alla spigola. E questa tua ricetta è una vera leccornia, aggiungere pecorino al condimento dà senz'altro uno sprint pazzesco al piatto che tra l'altro sarebbe già buonissimo senza! Una ricetta che mi piace tantissimo e che proverò sicuramente! Un abbraccio e buona festa della Repubblica!

    RispondiElimina
  2. Buonissimo anche secondo me! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. bellissima la tua teglia, che diventa un ottimo piatto unico con pesce e contorno annesso... e che bontà!

    RispondiElimina
  4. Bellissima ricetta Milena! Mi ispira tanto la tua bella teglia di pesce con le patate e con l'aggiunta del pecorino dev'essere davvero saporita!
    Un abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  5. Un filetto d'orata veramente gustoso . L'aggiunta del pecorino è da copiare subito

    RispondiElimina
  6. Ottima così cucinata L'orata, molto appetitosa!

    RispondiElimina
  7. Un ottimo piatto, e cucinato così, il pesce diventa appetitoso anche per i più piccoli

    RispondiElimina
  8. L’orata al forno è spesso il mio salva cena! con le patate buonissima e piatto unico!
    Ciao
    Elisa

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...! Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo! Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui , scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia! Ricordate? ...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, si

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci