Passa ai contenuti principali

Spaghetti con le Anguille

Gli spaghetti con le anguille, un classico piatto tradizionale che è presente nel menù tipico pugliese alla cena della vigilia di Natale!
Ma non solo con gli spaghetti, l'anguilla e il capitone (la femmina della specie e più pregiato) si prestano per altre preparazioni da portare sulla tavola delle feste: fritti, allo spiedo con alloro, a scapece e in qualsiasi modo si preparano è sempre apprezzato il gusto e la morbidezza di questo prodotto.
   


Anguilla di Lesina

Per questo piatto ho utilizzato l'Anguilla di Lesina,un pesce a forma di serpente e dalla carne particolarmente saporita.
Il Lago di Lesina, a nord della Puglia, tra il Tavoliere delle Puglie e il Gargano, è un bacino dalle acque salmastre e che attraverso due canali, l'Acquarotta e  lo Schiapparo, comunica con il mar Adriatico.
Le Anguille non sono soggette ad allevamento poichè il loro corso vitale è garantito da lunghe migrazioni. Il Lago di Lesina è un grande bacino in grado di svolgere, grazie alle sue caratteristiche, la funzione di ottimo vivaio naturale per i giovani pesci che, dopo un lungo viaggio dal mar dei Sargassi, arrivano nel mar Adriatico. Qui, dopo aver imboccato il canale Acquarotta e la Foce Schiapparo, trovano l'ambiente naturale,ideale per crescere, grazie alla mescolanza di acque dolci e salate.

Si narra che anche l'Imperatore Federico II fosse ghiotto di anguille. Il 28 febbraio 1240 richiese, alla Curia di Foggia, il capitone da far preparare alla "askipeciam" (scapece) dal suo cuoco personale Berardo!









Questa è la mia proposta pugliese per il tema de L'Italia nel piatto: 
"Il pesce a tavola in occasione delle feste natalizie"

Ingredienti:

400 g. circa di anguille (2 anguille)
250 g. di pomodori pelati
1 spicchio di aglio
olio evo
sale
1 foglia di alloro
prezzemolo fresco tritato
pepe
200 g. di spaghetti

Procedimento:

  1. Le anguille saranno vive per cui meglio farle pulire dal fornitore di fiducia. Se volete cimentarvi in questa operazione metterle prima in frezeer per        un'oretta per immobilizzarle, così sarà più semplice pulirle, quindi            strofinarle con del sale grosso per eliminare quanto c'è di viscido sulla  pelle, eviscerarle e tagliare a pezzi.
  2. Preparare intanto il sugo. In un tegame con olio evo far imbiondire appena l'aglio tritato, la foglia di alloro e prezzemolo, adagiare i pezzi di anguilla e farli soffriggere, spruzzare poco vino bianco, far evaporare ed aggiungere i pomodori pelati ridotti a salsa, salare e portare a cottura.
  3. Lessare gli spaghetti al dente, scolare, condirli con il sugo di anguille e spolverare di pepe e altro prezzemolo tritato crudo.





E prima di andare a scoprire insieme le ricette a base di pesce delle altre regioni, vorrei dare un grande benvenuto a Tina e Vittorio del blog TartetaTina per il Molise e Sabrina del blog Delizie & Confidenze per la Valle D’Aosta

Piemonte: Polenta con la bagna dër mëȓluss per l'Italia nel Piatto https://www.lacascatadeisapori.it/polenta-con-la-bagna-der-me%c8%93luss-per-litalia-nel-piatto/
Liguria: Millefoglie di patate e baccalà mantecato, basilico e olive taggiasche https://arbanelladibasilico.blogspot.com/2019/12/millefoglie-di-patate-e-baccala-per.html
Lombardia (fatto da Toscana): Baccalà (ovvero stoccafisso) alla bresciana https://acquacottaf.blogspot.com/2019/12/baccala-ovvero-stoccafisso-alla.html
Veneto: Baccalà mantecato in tre versioni https://www.ilfiordicappero.com/2019/12/baccala-mantecato.html

Commenti

  1. E bravo Federico II, ci credo che non si lasciasse scappare simile bontà! bacione :)

    RispondiElimina
  2. L'anguilla... e chi l'avrebbe mai detto...Spettacolare!!! A presto LA

    RispondiElimina
  3. Quanti ricordi che ho su questo pesce che a Natale e Capodanno non doveva mai mancare. Nella mia famiglia si è sempre cucinato arrostito, mai come condimento per la pasta. Io purtroppo non l'ho mai preparato, però la tua ricetta mette voglia di provare! Baci

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez

CUCINA PUGLIESE: Piselli e carciofi ripieni

L'appuntamento di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato ai prodotti e ricette primaverili, piatti leggeri, freschi e genuini. La Puglia...terra di carciofi ma, anche piselli, fave, fagioli, lenticchie, ceci, sono prodotti di colture di antica  tradizione agricola pugliese. La mia proposta è un piatto tipico barese, Carciofi ripieni con i piselli freschi , un binomio perfetto che unisce il sapore un po' amarognolo dei carciofi al gusto dolciastro dei piselli, insomma ne nasce un piatto davvero squisito, sano e nutriente. I piselli freschi insieme alle fave fresche, in questo periodo dominano le nostre tavole, ne facciamo scorte soprattutto di piselli che raccolti e puliti, vengono surgelati per poi gustarne a piacere in svariate preparazioni! Andiamo allora a vedere la ricetta! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 6 carciofi 1/2 kg. di piselli freschi 1 cipolla olio evo sale e pepe 1 limone per il ripieno: 2 uova form

Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

La puntata di oggi de L'Italia nel piatto è dedicata ad uno dei cibi più amati dagli italiani e anche dagli stranieri:  la pizza ,  un semplice impasto di farina lievito e acqua e che, appiattita e condita anche solo con pomodoro, mozzarella e basilico rende unica e allegra una serata in pizzeria fra amici o a casa in famiglia.  Originaria della cucina napoletana, la pizza ha conquistato i gusti a livello internazionale. La più famosa è la pizza Margherita , che nel 1889 il cuoco, Raffaele Esposito  preparò per onorare la regina d'Italia Margherita di Savoia e che condì con pomodoro, mozzarella e basilico, a rappresentare i colori della bandiera italiana, ma la storia della pizza è lunga e incerta. Ogni rappresentante regionale presenterà una pizza con i propri prodotti tipici e tradizionali del territorio. Per la Puglia ho pensato di proporre una pizza con uno dei salumi tradizionali pugliesi e più apprezzati a livello internazionale: il capocollo di Martina Franca. Pe