Passa ai contenuti principali

Ciceri e tria


Nuova puntata e nuovo percorso gastronomico per l'Italia nel piatto che oggi vi porterà alla scoperta di antichi profumi e sapori di piatti antichi regionali!
Il tema di questo mese è: "La ricetta storica". 
La proposta per la Puglia  è un piatto tipico salentino "Ciceri e tria", una semplice pasta, le lagane,  con i ceci.
La particolarità di questo piatto è che una parte della pasta viene fritta donando al piatto un gusto davvero speciale.
Approfondendo la storia di "Ciceri e tria" scopriamo che di questo piatto ne parlava già il famoso poeta latino Orazio nelle sue satire (una raccolta di componimenti che si articola in 2 libri) scritte tra il 30 e il 35 a.C. dove raccontava la minestra di ceci, porri e lagane (dal greco laganon e dal romano laganum). Con la parola lagane si recepisce forse una pasta sfoglia tipo la nostra pasta fresca.
La parola "Tria" (dall'arabo tria o ytria  o ytrya) si è poi divulgata nel Salento, oltre che in Sicilia, accostandola a questo piatto e intuendo la pasta secca.





Nel Salento si può gustare questo piatto in tutte le trattorie e per tutto l'anno ma è collegato soprattutto alla festa di San Giuseppe del 19 marzo, dove viene presentato sulle caratteristiche tavolate familiari che si organizzano nei vari comuni salentini.












Ingredienti:

300 g. di semola di grano duro
acqua q.b.

250 g. di ceci secchi
1 gambo di sedano
2 spicchi di aglio
2 foglie di alloro
sale
pepe o peperoncino
olio evo

Procedimento:

1) Per prima cosa mettere a bagno i ceci  per circa 10-12 ore. Poi eliminare l'acqua del bagno, sciacquare sotto l'acqua corrente e mettere a bollire in una pentola coperti di acqua a fiamma bassa (è importante mantenere il fuoco costante per una cottura ottimale dei ceci).
2) Eliminare l'eventuale schiuma che si forma durante la cottura ed aggiungere olio evo e gli odori e lasciar cuocere sempre a fuoco basso. Salare a fine cottura. Una piccolaparte dei ceci verràpoi passata al minipimer per creare una cremina.
3) Nel frattempo preparare la tria (lasagnette), mettendo sulla spianatoia la semola a fontana, versare al centro man mano acqua tiepida e cominciare ad impastare fino ad ottenere un panetto liscia e non troppo morbido,  l'impasto  deve avere la giusta consistenza per essere poi lavorato, avvolgere poi in pellicola e lasciare riposare per mezz'ora circa.
4) Riprendere l'impasto, tagliare a pezzi e passarli più volte nel rullo liscio della macchinetta per fare la pasta fino a formare delle sfoglie non troppo sottili. Passare poi ogni sfoglia, che sarà stata tagliata per una lunghezza di circa 12 cm. nel rullo per fare le tagliatelle e adagiarle su un canovaccio infarinato ad asciugare. Ovviamente si può fare la sfoglia stendendola a mano con mattarello, avvolgere su se stessa e poi tagliare le lasagnette.
5) Cuocere poi 2/3 di tria in abbondante acqua salata, la restante tria verrà fritta in un tegame con abbondante olio evo.
6) Scolare la pasta, versarla nel tegame dei ceci dove saranno stati aggiunti anche i ceci ridotti a crema  e farla insaporire qualche minuto sul fuoco, poi impiattare aggiungendo la pasta fritta, una spolverata di pepe o polvere di peperoncino.


Ecco qui di seguito le ricette storiche delle altre rappresentanti regionali:

Valle d’Aosta:Nodle unt rifla, la pasta di Gressoney https://www.acasadivale.it/2019/06/02/nodle-unt-rifla-la-pasta-di-gressoney/
Lombardia: Costolette di Asparagi, ricetta di Casa Savoia https://www.kucinadikiara.it/2019/06/costolette-di-asparagi-ricetta-di-casa.html
Veneto: La zonclada, dolce di ricotta e frutta secca medioevale https://www.ilfiordicappero.com/2019/06/zonclada-dolce-medievale.html
Friuli Venezia Giulia: Gnochi de pan triestini
https://www.blogthatsamore.it/2019/06/gnochi-de-pan-triestini.html
Toscana: Il papero alla melarancia ovvero l’anatra all’arancia https://acquacottaf.blogspot.com/2019/06/il-papero-alla-melarancia-ovvero.html
Umbria: Strascinati di Cascia
https://www.dueamicheincucina.it/?p=26327





Commenti

  1. Quel tocco di croccantezza, la pasta fritta, è un tocco di genialità tutta pugliese! Da provare!

    RispondiElimina
  2. Molto buone e in effetti la pasta fritta è la ciliegina sulla torta!

    RispondiElimina
  3. Sarà che adoro i ceci ma questo piatto lo trovo molto appetitoso. E poi l'aggiunta della pasta fritta lo rende ancora più stuzzicante ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. Ma che bontà questo piatto. Mi piace moltissimo. :D

    RispondiElimina
  5. io da poco tempo ho iniziato a mangiare i ceci. E questa ricetta mi sembra un ottimo modo per variare il modo di mangiarli, la proverò senz'altro. Quella pasta fritta è così invitante! ciao Milena, buon weekend

    RispondiElimina
  6. LA pasta e ceci è davvero gustosa e morbida al palato, questo la rende adatta all'inverno in quanto la associamo ad una calda zuppa, ma così preparata con l'aggiunta di pasta fritta la sdoganiamo tutto l'anno... mi piace questa ricetta e mi sa che la preparerò presto! un bacione!

    RispondiElimina
  7. Play bazaar games can make your good wealth if you use the right way, Watch all Satta King result chart on the Play Bazzar website. Nothing is special on any website but if you have old chart then you can make the history of all satta king. Find best guessers on the Play bazzar website.

    RispondiElimina
  8. http://sattakingbaba.com is the no. 1 and trusted indian satta gambling website. Here you find the fastest result of satta king games direct from satta market company.....!!!!

    RispondiElimina
  9. Lets make it easy for you to get all info about Satta King. Its a game or you can say lottery where you can win lakhs or crore of rupees by investing very small amount of money . Many people are winning more than 5 lakh - 50 lakh from this SattaKing . Some are loosing money also.

    RispondiElimina
  10. Satta King
    Excellent website! I adore how it is easy on my eyes it is. I am questioning how I might be notified whenever a new post has been made. Looking for more new updates. Have a great day!
    If Want Play online Satta King Game Click Satta King :-

    RispondiElimina
  11. http://sattaresultbaba.com is the no. 1 and trusted indian satta gambling website. Here you find the fastest result of satta king games direct from satta market. Thank you🙏

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

Le amarene sciroppate

Buon inizio settimana carimissimi amici! In estate mi piace dedicarmi alla preparazione di conserve di frutta  varia ...in inverno è poi piacevole assaporare e sentirne il loro profumo...! Tra marmellate e frutta sciroppata ...insomma è bello e comodo avere in dispensa una bella scorta da usare per dolci o da consumare così ...magari anche su un bel gelato! Ingredienti: 1 kg. di amarene 1 kg. di zucchero 100 gr. di alcool Procedimento: Lavare e sgocciolare le amarene. Poi eliminare i noccioli ( non buttateli...si può fare un ottimo liquore di amarene) e mettere le amarene in un boccaccio grande. Aggiungere lo zucchero  e l'alcool, chiudere e riporre in dispensa , giornalmente agitare il boccaccio fino a quando lo zucchero si è sciolto completamente . In frigo poi si conservano perfettamente.

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez

Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

La puntata di oggi de L'Italia nel piatto è dedicata ad uno dei cibi più amati dagli italiani e anche dagli stranieri:  la pizza ,  un semplice impasto di farina lievito e acqua e che, appiattita e condita anche solo con pomodoro, mozzarella e basilico rende unica e allegra una serata in pizzeria fra amici o a casa in famiglia.  Originaria della cucina napoletana, la pizza ha conquistato i gusti a livello internazionale. La più famosa è la pizza Margherita , che nel 1889 il cuoco, Raffaele Esposito  preparò per onorare la regina d'Italia Margherita di Savoia e che condì con pomodoro, mozzarella e basilico, a rappresentare i colori della bandiera italiana, ma la storia della pizza è lunga e incerta. Ogni rappresentante regionale presenterà una pizza con i propri prodotti tipici e tradizionali del territorio. Per la Puglia ho pensato di proporre una pizza con uno dei salumi tradizionali pugliesi e più apprezzati a livello internazionale: il capocollo di Martina Franca. Pe