Passa ai contenuti principali

Le intorchiate

Un tema dolce e prezioso per questo appuntamento di dicembre de L'Italia nel piatto: Dolcetti e biscotti preziosi!
Preziosi perchè sono perfetti in questo periodo dell'anno, con la magica atmosfera natalizia, da regalare ai nostri cari, un dono fatto con il cuore e che sarà apprezzato da grandi e piccini!

La Puglia vi propone le Intorchiate (o intorcinate)



Le Intorchiate, sono dei biscotti tipici pugliesi, dalla forma intrecciata, quasi a voler ricordare un abbraccio, di tradizione antica e povera. Caratteristica che contraddistingue questi deliziosi biscotti sono
le mandorle che vengono inserite durante la preparazione dei biscotti al centro di ogni intreccio. Le mandorle, di ottima qualità, sono molto diffuse in Puglia, in particolare nella zona di Toritto, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia.
Le intorchiate (o intorcinate) vengono preparati in ogni periodo dell'anno, sono dei biscotti friabilissimi e ottimi da gustare con un tè o quando si ha voglia di un dolcetto! 













Ingredienti

250 g. di farina 00
75 g. di zucchero semolato
35 g. di burro
75 ml. di ottimo vino bianco
60 ml. di olio evo
un pizzico di sale fino
5 g. di ammoniaca o lievito per dolci
acqua q.b. se occorre (io senza)

Per guarnire
50 g. di mandorle spellate e tostate
zucchero semolato

Procedimento:

1) In una ciotola unire olio e vino e un pizzico di sale, mescolare con una frusta o forchetta, aggiungere la farina poco per volta, quando l'impasto sarà lavorabile con le mani aggiungere il burro morbido, zucchero,  un po' di acqua se l'impasto dovesse risultare piuttosto duro, ma io non ne ho avuto bisogno, infine l'ammoniaca.
2) Amalgamare bene tutti gli ingredienti e lavorare l'impasto fino a quando diventa liscio e omogeneo.
3) Far riposare 15 minuti circa.
4) Staccare piccoli pezzi e formare dei rotolini lunghi circa 20 cm. piegare su se stessi e intrecciare per tre volte, su ogni incrocio inserire una mandorla.
5) Passare tutte le intorchiate nello zucchero semolato e disporre su una teglia rivestita da carta da forno.
6) Infornare a 180° per circa 20-25 minuti




Scopriamo ora le dolcezze delle altre regioni:

Abruzzo: Mostaccioli abruzzesi https://ilmondodibetty.it/mostaccioli-abruzzesi/
Sicilia: Reginelle Siciliane i biscotti al sesamo https://www.profumodisicilia.net/2018/12/02/reginelle-siciliane/




Commenti

  1. Belle e buonissime Milena! Un abbraccio grande e tantissimi auguri :)

    RispondiElimina
  2. Che bella questa forma intrecciata, molto scenografici.

    Buona domenica
    Miria

    RispondiElimina
  3. belle e buone, poi tutte quelle mandorle, ma cosa c'è di più buono? un bacione!

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono molto, adesso non ho più scuse: devo farle :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Anche questa me la segno. Bellissima la confezione regalo. In un cesto di prodotti fatti in casa farebbe proprio una bella figura.

    RispondiElimina
  6. Eleganti e raffinati come le mani di chi li ha creati. Se sempre bravissima Mile, un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  7. Ciao Milena, sono bellissime ed eleganti! Vorrei farle domani per regalarle a due amici di origine leccese trapiantati in Toscana. Volevo chiederti: devo davvero tostare le mandorle? Non si bruciano se poi stanno in forno 20/25 minuti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! Le mandorle vanno tostate, falle colorire ma non troppo (vedi l'ultima foto prima di infornare i biscotti), vedrai che poi non si bruceranno. Se non si tostano prima, forse si rischia che rimangono meno croccanti! Però puoi sempre fare una prova su una parte dei biscotti! Un abbraccio e fammi sapere!

      Elimina
    2. Grazie cara Milena! Seguirò le tue istruzioni! Un abbraccio e auguri!

      Elimina
    3. Cara Milena, le intorchiate sono state apprezzatissime. Devo ringraziarti per le tue dettagliate istruzioni. Appena fatte, le ho assaggiate. Erano buone anche da calde e ne ho mangiata tre di fila! Consiglio a tutti di provarle!

      Elimina
    4. Grazie mille a te Giovanna, sono felice che ti siano piaciute e apprezzate dai tuoi amici! Ancora grazie e un abbraccio!Buon anno!

      Elimina
  8. Play Bazaar and Satta King Super fast games on the Satta SMS . Find daily leak on the Satta SMS website

    RispondiElimina
  9. Play bazaar games can make your good wealth if you use the right way, Watch all Satta King result chart on the Play Bazzar website. Nothing is special on any website but if you have old chart then you can make the history of all satta king. Find best guessers on the Play bazzar website.

    RispondiElimina
  10. Finding the daily satta matka games result online on the satta king website now days Play bazaar Satta King website in more popular on the google search engine. Gali Dishawar, Ghaziabad X90, Rajdhani and other games are in trending. I think this story help to your financial or wealth for peace.


    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

Le amarene sciroppate

Buon inizio settimana carimissimi amici! In estate mi piace dedicarmi alla preparazione di conserve di frutta  varia ...in inverno è poi piacevole assaporare e sentirne il loro profumo...! Tra marmellate e frutta sciroppata ...insomma è bello e comodo avere in dispensa una bella scorta da usare per dolci o da consumare così ...magari anche su un bel gelato! Ingredienti: 1 kg. di amarene 1 kg. di zucchero 100 gr. di alcool Procedimento: Lavare e sgocciolare le amarene. Poi eliminare i noccioli ( non buttateli...si può fare un ottimo liquore di amarene) e mettere le amarene in un boccaccio grande. Aggiungere lo zucchero  e l'alcool, chiudere e riporre in dispensa , giornalmente agitare il boccaccio fino a quando lo zucchero si è sciolto completamente . In frigo poi si conservano perfettamente.

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez

Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

La puntata di oggi de L'Italia nel piatto è dedicata ad uno dei cibi più amati dagli italiani e anche dagli stranieri:  la pizza ,  un semplice impasto di farina lievito e acqua e che, appiattita e condita anche solo con pomodoro, mozzarella e basilico rende unica e allegra una serata in pizzeria fra amici o a casa in famiglia.  Originaria della cucina napoletana, la pizza ha conquistato i gusti a livello internazionale. La più famosa è la pizza Margherita , che nel 1889 il cuoco, Raffaele Esposito  preparò per onorare la regina d'Italia Margherita di Savoia e che condì con pomodoro, mozzarella e basilico, a rappresentare i colori della bandiera italiana, ma la storia della pizza è lunga e incerta. Ogni rappresentante regionale presenterà una pizza con i propri prodotti tipici e tradizionali del territorio. Per la Puglia ho pensato di proporre una pizza con uno dei salumi tradizionali pugliesi e più apprezzati a livello internazionale: il capocollo di Martina Franca. Pe