Passa ai contenuti principali

Cime di rape e fagioli

Un classico e tradizionale piatto della cucina  pugliese che,  nella stagione invernale, compare spesso sulle nostre tavole.
"Cime di rape e fagioli" può essere considerato benissimo un piatto unico, reso ancora più gustoso con delle fette di pane casereccio tostato tipo Altamura e costituisce un'ottima alternativa nutriente e sana per un pranzo o cena!
Per questo piatto ho scelto le famosi rape di Fasano...buonissime e con le cime grosse, ma tante e altrettanto ottime sono le varietà di rape che si coltivano in tutta la Puglia con vari metodi e periodi di coltivazioni!
Le rape rientrano alla grande nella nostra dieta e trova posto in svariate ricette...un must è il celebre piatto di "orecchiette e cime di rape"!














Ingredienti:

1 kg. e mezzo  di cime di rape
300 g. di fagioli secchi
1 costa di sedano
1- 2 spicchi di aglio
4-5 ciliegini
1 foglia di alloro
sale
olio evo
peperoncino

Procedimento:

Mettere a lessare i fagioli con tutti gli odori e un po' di olio evo coprendoli di acqua, io di solito non li metto mai a bagno la sera prima, li lascio cuocere a fuoco lentissimo la mattina, l'importante è farli cuocere sempre alla stessa temperatura minima...un paio di ore e saranno cotti, il sale va aggiunto verso fine cottura.
Nel frattempo pulire le cime di rape, eliminare le foglie più dure, strappare con le mani le foglie più tenere  e tagliare le cime che verranno messe in acqua, lavate più volte e fatte scolare. Poi vanno lessate in acqua salata e scolate non troppo cotte se si vorrà poi farle saltare in un soffritto di olio aglio e peperoncino, altrimenti verranno lessati normalmente.
Quando avremo pronti i due ingredienti principali, potremo impiattare facendo prima un letto di cime di rape dove verranno adagiati i fagioli...e con una bella fetta di pane casereccio tostato e un filo di olio evo a crudo vi gusterete questo ottimo e sano piatto!

un abbraccio MILENA


Commenti

  1. Un piatto da sogno....rievoca le vecchie tradizioni contadine e per me resta sempre un gran piatto unico ricco di sapore e di genuinità. Un caro abbraccio,Peppe.

    RispondiElimina
  2. stupendo questo piatto, mi hai fatto venire una voglia pazzesca!

    RispondiElimina
  3. Quest'inverno non posso mangiare questo piatto...Mi è venuta una voglia...

    RispondiElimina
  4. E' semplicemente meraviglioso questo piatto!! Anche qui in Abruzzo usiamo molto cucinare le rape ma non le ho mai provate con i fagioli...bellissima idea!! Buona serata e a presto, Mary

    RispondiElimina
  5. Amo molto il sapore delle cime di rapa. Da provare con i fagioli!!
    Un abbraccio a te.

    RispondiElimina
  6. è un piatto da re semplice ma molto buono

    RispondiElimina
  7. Adoro i piatti così verdurosi, ottimo piatto Milena!!!!

    RispondiElimina
  8. un piatto speciale, come colori e sapori... bravissima!

    RispondiElimina
  9. Buonissime le cime di rapa con i fagioli, è un piatto che adoro e preparo spesso! Un abbraccio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...! Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo! Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui , scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia! Ricordate? ...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, si

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci