Passa ai contenuti principali

CUCINA REGIONALE PUGLIESE: Fav e'cime cicuer

 Ciaooooo a tutti carissimi e benvenuti al nostro appuntamento settimanale!

Allora...fra acciacchi e malanni vari di stagione...che hanno colpito alcune del nostro gruppo...ma oggi pare che vada meglio un pò per tutti....eh si...non se ne parla ancora di primavera.... eccoci giunti ad un altro importante incontro della rubrica Regionale...sempre grazie alle fantastiche Babi e Renata!
Ormai questa avventura è seguita da ben 14 regioni...forza un altro pochino...e gusteremo i piatti della tradizione di tutte le regioni della nostra bellissima penisola!


Questa settimana...verdure a go go!

Ecco...andiamo a scoprire i piatti ...regione per regione...eh si quante bontà...per tutti i gusti:

CALABRIA: Turtera i carciofi di Rosa ed Io (http://rosaantonino.blogspot.com/)
CAMPANIA: Pane cotto con broccoli neri di Le Ricette di Tina(http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/
SICILIA: Caponata di melanzane di Cucina che ti Passa (http://www.cucinachetipassa.info/) 
TOSCANA: Ribollita di Non Solo Piccante (http://www.nonsolopiccante.it/)
LOMBARDIA: Zucchine ripiene alla viscontea di L’Angolo Cottura di Babi (www.langolocottura.it)
VENETO: Tris di asparagi bianchi di Semplicemente Buono (www.semplicebuono.blogspot.com/)
FRIULI VENEZIA GIULIA: Fasoi in tecia con asedo di Nuvole di Farina (http://nuvoledifarina.blogspot.com/
PIEMONTE: Puissi e giambon di La Casa di Artù (http://lacasadi-artu.blogspot.com/)
EMILIA ROMAGNA: Risotto agli asparagi di Zibaldone Culinario (http://zibaldoneculinario.blogspot.com/)
TRENTINO ALTO ADIGE: Sformato di barbabietola in crosta di strudel di A Fiamma Dolce (http://afiammadolce.blogspot.it/) 
PUGLIA: Fav e’cime cicuer di Breakfast da Donaflor (http://breakfastdadonaflor.blogspot.it/) 
LAZIO: Dalla tradizione della cucina ebraica a quella romana: carciofi alla giudia e carciofi alla romana! di Chez Entity (http://elly-chezentity.blogspot.it/)
LIGURIA: Torta de articiocche di Un’arbanella di Basilico http://arbanelladibasilico.blogspot.it/)
UMBRIA: Fregnacce alle Vitabbie di 2 Amiche in Cucina (http://amichecucina.blogspot.it/)

Questo è il piatto della grande tradizione della Puglia:

Fav e' cime cicuer
 ( Fave e cime cicorie)



E' il piatto povero per eccellenza,  rappresentava fino a non molti anni fa la base dell'alimentazione delle classi meno privilegiate, mentre ai nostri giorni, con la rivalutazione della dieta mediterranea, è diventato quasi un piatto prelibato della nostra gastronomia, tanto che ormai lo si trova anche nei ristoranti più alla moda della Puglia!!!
Un piatto formato da 2 ingredienti poveri e rustici...cicorie, anzi l'originale prevede le squisite cicorielle selvatiche, ancora più amarognole, e fave...di un gusto così inconfondibile e gustoso, anche sano e nutriente!









Ingredienti:

1 kg.di cime cicorie o cicorielle selvatiche
300 g. di fave bianche secche
2 cipolle rosse
olio evo
1 spicchio di aglio
sale q.b.

Procedimento:

Mettete a bagno per 1 ora le fave, ( io evito questo passaggio). Poi scolatele e mettele a cuocere in un tegame coperto di acqua, l'ideale sarebbe nel pignatello, una sorta di brocca di terracotta, a fiamma bassissima, aggiungete uno spicchio di aglio  e un filo di olio evo, portate a cottura, girando di tanto in tanto, senza alzare mai la fiamma, diventerà una bella crema di fave, alla fine salate un pò.
Nel frattempo pulite e lavate bene le cicorie, mettetele a lessare  in acqua salata. Scolate e tenete da parte.
Fate un soffritto di cipolla rossa affettata in abbondante olio.
Quando tutto è pronto, mettete nei piatti o coppette, le cicorie, sopra versate il purè di fave e condite con il soffritto di cipolla rossa!

Commenti

  1. Che splendore.... mi sono mangiata questa delizia con gli occhi...

    RispondiElimina
  2. Un piatto splendido proprio grazie alla semplicità e genuinità degli ingredienti. Non conoscevo queste cime di cicoria e sarei davvero curiosa di assaggiarle. Grazie e buonissimo weekend!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia!! Non ho mai provato le cicorie in questo modo, sembra veramente un modo semplice e molto gustoso di preparale!!
    Buona serata!!!!

    RispondiElimina
  4. quelle che tu chiami cicorie per noi sono puntarelle e le mangiamo crude in insalata, buon weekend

    RispondiElimina
  5. Una ciotolona per me tesoro.... che guarita e in forma ho una fame....troppo buono e troppo gustoso e troppo saporito con il soffritto di cipolla rossa!!!!!COMPLIMENTIIIIIIIIIII
    Un bacio grande bella ragazza!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ah ecco per cosa stava il termine Cicuer!! Non ci sarei mai arrivata! eheh
    Un piatto dleizioso e presentato benissimo, complimenti!!!
    bacioni e buon week end

    RispondiElimina
  7. Ingredienti della terra, semplici, poveri, contadini... i migliori! Un piatto delizioso, da tramandare!!

    RispondiElimina
  8. Da questo piatto traspare la tradizione contadina, è splendido oltre ad essere salutare...e che foto stupende hai realizzato...una meraviglia!
    baci ele

    RispondiElimina
  9. Che bel piatto!Buon fine settimana!Rosetta

    RispondiElimina
  10. E' un piatto buonissimo che una volta come dici tu era riservato alle classi meno agite mentre adesso si fa agara per averlo in tavola. Approfitto anche per farti i complimenti per la tua Lilly, è fantastica!

    RispondiElimina
  11. Negli ultimi anni tutte le ricette della nostra tradizione contadina sono state rivalutate. Ed è stata una vera fortuna perché si tratta di piatti squisiti che sarebbe stato un vero peccato perdere.
    Complimenti per la tua preparazione. Ottima!!
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  12. Se erano un mistero le mie articiocche, anche le tue verdure si nascondevano bene! Tutto buonissimo, non saprei cosa scegliere. Bacioni buon we

    RispondiElimina
  13. Dona!!!1!!quanto mi piacciono questi piatti!!!!!!non puoi immaginare..sono i piatti "veri" di una volta..quelli che sanno di cose buone!!!!Grazie per averle postate!!!!!Sono felice che stia tornando la tradizione culinaria del passato!speriamo di dare un contributo anche noi con la nostra rubrica!!Un bacione mia cara!!!!!passa un ottimo fine settimana!!!!

    RispondiElimina
  14. meraviglioso adoro questo genere di piatti li trovo intramontabili

    RispondiElimina
  15. Ma che bella questa iniziativa( lo so, mi ripeto!) queste ricette tradizionali semplici e gustose sono le migliori! Ed è così bello che siano riscoperte!
    A presto

    RispondiElimina
  16. Approrvo a pieno!!Troppo buone,i piatti tipici della nostra terra sono di una bontà estrema!!! <3

    RispondiElimina
  17. Spettacolare....io sono incantata da tutte le vostre ricette, mi rendo conto che la cucina di una volta ha dei piatti fantastici, dovremmo imparare ad attingere dalla cultura contadina, piatti sani e deliziosi...questo è davvero bello presentato in cocotte!!!

    RispondiElimina
  18. Il nostro classico migliore davvero ben interpretato!!!

    RispondiElimina
  19. Una bella idea molto delle ricette non le conosco una grande scuola

    RispondiElimina
  20. Piatto semplicemente "STRAORDINARIO"
    Un bacio

    RispondiElimina
  21. Bravissima... è sempre un piacere mangiare questo piatto!
    Buon weekend
    Tiziana

    RispondiElimina
  22. Che bel piatto, bravissima!
    Buona serata :-)

    RispondiElimina
  23. Hai preparato un meraviglioso classico della nostra cucina,le fave con la cicoria.
    Ti ringrazio di cuore per ciò che mi hai scritto,ti abbraccio.

    RispondiElimina
  24. ciao, lo sai che non ho mai cucinato nulla con le fave?? prima o poi mi devo cimentare con questa ricetta!

    RispondiElimina
  25. quanto è bello scoprire questi piatti, si impara davvero tanto da ognuno! :)

    RispondiElimina
  26. Ciaooo!!! grazie grazie e ancora grazie non finiro' mai di dirtelo!!! le tue ricettine sono sempre gustose e mi piace un sacco la presentazione:-) un abbraccio forte e buona domenica!

    RispondiElimina
  27. Che bontà! Io faccio una pasta con crema di fave e verdura di campi, me la ricorda molto!

    RispondiElimina
  28. saranno un piatto povero ma sono divini!!

    RispondiElimina
  29. ecco...dopo nemmeno due settimane mi torna la voglia di tornare in Puglia!!! :D buona serata :*

    RispondiElimina
  30. i piatti della tradizione contadina sono quelli che in assoluto preferisco. Quante belle ricette in questa raccolta! Un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez

CUCINA PUGLIESE: Piselli e carciofi ripieni

L'appuntamento di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato ai prodotti e ricette primaverili, piatti leggeri, freschi e genuini. La Puglia...terra di carciofi ma, anche piselli, fave, fagioli, lenticchie, ceci, sono prodotti di colture di antica  tradizione agricola pugliese. La mia proposta è un piatto tipico barese, Carciofi ripieni con i piselli freschi , un binomio perfetto che unisce il sapore un po' amarognolo dei carciofi al gusto dolciastro dei piselli, insomma ne nasce un piatto davvero squisito, sano e nutriente. I piselli freschi insieme alle fave fresche, in questo periodo dominano le nostre tavole, ne facciamo scorte soprattutto di piselli che raccolti e puliti, vengono surgelati per poi gustarne a piacere in svariate preparazioni! Andiamo allora a vedere la ricetta! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 6 carciofi 1/2 kg. di piselli freschi 1 cipolla olio evo sale e pepe 1 limone per il ripieno: 2 uova form

Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

La puntata di oggi de L'Italia nel piatto è dedicata ad uno dei cibi più amati dagli italiani e anche dagli stranieri:  la pizza ,  un semplice impasto di farina lievito e acqua e che, appiattita e condita anche solo con pomodoro, mozzarella e basilico rende unica e allegra una serata in pizzeria fra amici o a casa in famiglia.  Originaria della cucina napoletana, la pizza ha conquistato i gusti a livello internazionale. La più famosa è la pizza Margherita , che nel 1889 il cuoco, Raffaele Esposito  preparò per onorare la regina d'Italia Margherita di Savoia e che condì con pomodoro, mozzarella e basilico, a rappresentare i colori della bandiera italiana, ma la storia della pizza è lunga e incerta. Ogni rappresentante regionale presenterà una pizza con i propri prodotti tipici e tradizionali del territorio. Per la Puglia ho pensato di proporre una pizza con uno dei salumi tradizionali pugliesi e più apprezzati a livello internazionale: il capocollo di Martina Franca. Pe