Passa ai contenuti principali

Rigatoni con funghi e salsiccia secca

"Rigatoni con funghi cardoncelli e salsiccia secca nostrana", un piatto rustico che racchiude i sapori e i profumi della nostra Puglia.

E' questa la mia proposta per L'Italia nel piatto per il tema mensile: "Salumi e insaccati tipici regionali"..

                                                                                                 


Salumi e insaccati della Puglia

Tra i vari prodotti tipici pugliesi come pane, pasta, olio, vino, rinomati sono i nostri salumi, immancabili sulle tavole di ristoranti e trattorie, ma anche a casa, come antipasto e apristomaco., accompagnati da bocconcini, formaggi, tarallini, sott'oli e varie stuzzicherie.. 

Alcuni dei nostri tipici prodotti:


- Il Capocollo di Martina Franca, Presidio Slow Food, è uno dei prodotti più celebri della Valle d'Itria, precisamente di Martina Franca, di Cisternino e Locorotondo, territori ricchi di boschi, di querce e macchia mediterranea.. E' preparato con metodi tradizionali usando carne di maiale allevato nella zona. Il clima ideale, fresco e ventilato, e gli ingredienti (sale grosso, pepe, erbe, spezie locali e vin cotto) rendono unico e speciale il sapore del capocollo di Martina Franca.. Va gustato a fettine sottili per avere il massimo del sapore.
Altro prodotto di antica tradizione di Martina Franca è la soppressata, leggermente affumicata, preparata dalle parti di coscia e spalla del maiale e dal sapore aromatico.

- Ci spostiamo a Faeto, piccolo paesino in provincia di Foggia. Qui troviamo il famoso prosciutto prodotto sempre con antichi metodi, Il prosciutto crudo viene prodotto dal maiale nero, allevato allo stato brado e nutrito con bacche, ghiande e granturco., E' questo tipo di alimentazione che regala  così uno squisito sapore al prosciutto..

- La salsiccia a punta di coltello (PAT) invece viene prodotta in alcuni paesi dell'Alta Murgia, come Altamura, Gravina di Puglia, Spinazzola. E' un insaccato che si ricava dalla spalla e dal prosciutto del maiale con al'aggiunta del lardo.. Le carni del maiale vengono tagliate a punta di coltello e condite con semi di finocchio, peperoncino, vino Malvasia bianca di gravina e sale.. Ottima alla brace o abbinata a verdure come le cime di rape o ai funghi cardoncelli.

- Particolare è anche la salsiccia alla salentina, prodotta nella provincia di Lecce lavorata con parti magre di ovino e suino, viene inoltre insaporita da buccia di limone grattugiata,  vino bianco secco, sale e pepe nero.

- Il Pzzntell è un tipico insaccato di Gravina di Puglia, in provincia di Bari 
Il bisogno di recuperare tutti gli scarti, ha dato vita a questa salsiccia prodotta   utilizzando gli scarti della lavorazione del maiale, come polmone, cuore, orecchie, lingua guanciale, cotica. Ottima arrostita alla brace o al forno ma anche per dare sapore al sugo di carne.

- .A Sammichele di Bari è famosissima e buonissima la zampina, un insaccato di carne tritata mista ovina, bovina suina, condita con formaggio, pomodoro, basilico, sale e pepe, arrotolata poi a spirale e tenuta ferma con degli spiedini. 

- Il salame pugliese, il classico salume dall'ottimo sapore, a forma di ferro di cavallo o staffa, viene lavorato a punta di coltello o con il taglio più sottile.. Si trova un po'  dappertutto in Puglia. 










Ingredienti

250 g. di salsiccia secca locale

250 g. di funghi cardoncelli

4-5 pomodori pelati

1/ cipolla

1 spicchio di aglio

q.b. olio evo 

q.b. pepe

q.b. sale

1 spolverata di formaggio pecorino grattugiato 

250 g. di rigatoni (oppure altro tipo di pasta)


Procedimento

  • In un tegame, far soffriggere la cipolla affettata e l'aglio tritato. 
  • Aggiungere i funghi precedentemente puliti, lavati e affettati, far evaporare diminuendo la fiamma.
  • Unire la salsiccia secca tagliata a pezzi, i pelati schiacciati, il pepe, il sale e far cuocere a fiamma bassa per circa 30-40 minuti.
  • Nel frattempo in una pentola mettere l'acqua a bollire, cuocere la pasta al dente e versarla nel tegame del sugo, amalgamare bene e trasferire il tutto in una teglia da forno, spolverare di formaggio pecorino ed infornare per completare la cottura.

Ricetta dal libro di cucina pugliese di Luigi Sada



Qui di seguito trovate le proposte delle altre rappresentanti regionali: 

Piemonte: Il Filetto Baciato di Ponzone: "Salumi e Insaccati Regionali" per l'Italia nel Piatto https://www.lacascatadeisapori.it/il-filetto-baciato-di-ponzone-salumi-e-insaccati-regionali-per-litalia-nel-piatto/
Emilia-Romagna: Filetto di maiale con coppa piacentina Dop e albicocche essiccate https://zibaldoneculinario.blogspot.com/2021/02/filetto-di-maiale-con-coppa-piacentina.html
Campania: Rustico napoletano di frolla con ricotta e salame Napoli https://fusillialtegamino.blogspot.com/2021/02/rustico-napoletano-di-frolla-con.html
Basilicata: Salsiccia ai semi di finocchietto: antichi sapori lucani https://www.quellalucinanellacucina.it/salsiccia/

Commenti

  1. Un primo nolto appetitoso Milena, da assaggiare subito!

    RispondiElimina
  2. Wuauu proprio buono questo piatto!!! Oggi vengo a pranzo da te! A presto LA

    RispondiElimina
  3. quanti bei prodotti avete in Puglia, proprio da assaggiare tutti quanti! Certo che questa pasta fa davvero leccare i baffi! piatto supergustoso!

    RispondiElimina
  4. Un primo piatto che mi fa tantissima gola! Complimenti Milena!
    Bacioni,
    Mary

    RispondiElimina
  5. Altra Regione favolosa, altri prodotti strepitosi, nonchè ricetta indubbiamente gustosa!
    Un viaggio quello di questo mese davvero gustoso e informativo!

    RispondiElimina
  6. Che acquolina a leggere di tutti i buoni salumi pugliesi e alla vista di questo bel piatto di pasta

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...! Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo! Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui , scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia! Ricordate? ...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, si

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Spaghetti con sughetto di Pelose...!

Buona serata a tutti! Oggi un piatto tipico di mare...spaghetti con sughetto di "Pelose",  eh si...qui nella zona di Bari chiamiamo proprio così quei granchi un pò più grandi e con gli arti e le chele ricoperte di setole pelose e di colore scuro! E' molto facile trovare le pelose sulle nostre coste, ma la loro tana è solitamente una grossa buca nella roccia sott'acqua.  Da non confondere con i semplici granchi, più piccoli e di colore verdastro e che...se per caso vi trovate sdraiati sul bagnasciuga di uno scoglio li vedrete aggirarsi tranquillamente! La Pelosa si nutre di polpi...ma è anche la loro preda! Beh...noi ci pappiamo alla grande tutti e due! Non so se sapete della nostra passione per la pesca di polpi...e allora un giorno un cugino di mio marito ci ha fatto cosa graditissima regalandoci una bella vaschetta di Pelose vive per poter andare a pescare polpi! Ma erano davvero tanti...e allora perchè non fare un bel sughetto con qualche Pelosa?  Detto ...fatto