Passa ai contenuti principali

CUCINA PUGLIESE: Orecchiette e cavoli

E che "cavoli"...è già novembre?!

E noi del gruppo de  L'Italia nel piatto dedichiamo questo nuovo appuntamento mensile alle ricette tipiche regionali che oggi saranno appunto tutte a base di questo ottimo e salutare ortaggio: il CAVOLO.
Il nostro gruppo si arricchisce di altre due belle regioni e diamo il benvenuto a Valentina per la Valle d'Aosta e ad Alessandra per il Trentino.

In Puglia il cavolfiore occupa circa 2 mila ettari con varietà locali, a infiorescenze colorate (verdi, violacee e rosate) e con la varietà "precoce di Jesi" del tipo "Show Ball", a infiorescenza bianca, molto serrata, globosa, tenera, carnosa e dolciastra allo stato giovanile. Il cavolo broccolo, invece, è molto richiesto dai mercati extraregionali. E' da ricordare il cavolo verza, dalle foglie verde chiaro, sottili, glauche, strettamente serrate in strati globosi compatti. Ed ancora il cavolo cappuccio dall'infiorescenza tondeggiante, conica od appiattita, di colore rosa o verde scuro, con foglie spesse e corrugate e coste pronunciate. Il cavolfiore verde invece ha la "testa" medio grossa, compatta, pesante e di un colore verde brillante. Le piante sono vigorose, uniformi e coprono le teste proteggendole dal freddo, hanno un sapore eccellente.
E che dire del valore biologico e delle virtù terapeutiche di questo ortaggio? Cento grammi di cavolo assicurano all'organismo circa 36 calorie tra glicidi, proteine e zuccheri. Fra le vitamine quelle del gruppo B e dosi maggiori di A, D, E, H. Nel cavolo si annidano anche tutti i sali minerali utili all'organismo ed è indicato per combattere l'anemia.

La mia proposta per questa puntata è un piatto tipico barese: orecchiette e cavoli con il lardo, il cavolo è quello verde che a mio parere è molto saporito e gustoso.
Variazioni di questo piatto sono l'aggiunta di un sughetto di pomodoro, mollica fritta, acciughe oppure semplicemente condite con olio a crudo per un piatto più salutare.









Ingredienti:

1 cavolo verde da circa 1 kg.
300 g. di orecchiette grandi fresche
200 g. di lardo con cotenna
1 spicchio di aglio
pangrattato fritto (a piacere)
sale e pepe
olio evo
pecorino grattugiato
Procedimento:

Mondare il cavolo tagliandolo a piccole cimette, lavare ripetutamente e mettere a scolare.
In un tegame far soffriggere nell'olio  lo spicchio di aglio tritato (o intero) , aggiungere il lardo tagliato a piccoli pezzi, sale e far cuocere.
Nel frattempo mettere a lessare le cimette di cavoli in abbondante acqua salata ed in una pentola grande da contenere poi anche le orecchiette. Regolatevi per la cottura del cavolo, c'è a chi piace come me molto cotto, quasi spappolato e a chi, come mio marito piace vedere le cimette nel piatto quasi intere.
Preparare anche il soffritto del pangrattato con un filo di olio evo.
Far cuocere quasi del tutto le cimette e 5-6  minuti prima di spegnere il gas aggiungere le orecchiette e portare a cottura.
Scolare bene cavoli ed orecchiette e condire con il lardo.
Impiattare e spolverizzare di pangrattato fritto, pepe e pecorino grattugiato.



Ecco le proposte delle altre compagne di questo viaggio gastronomico:

Valle d’Aosta: frecachà de tartifle http://www.acasadivale.ifood.it/201...
Liguria: preboggion di patate e cavolo nero https://arbanelladibasilico.blogspot.com/...
Lombardia: Minestrone alla milanese http://www.kucinadikiara.it/2017/11...
Trentino Alto Adige: Insalata di cappucci altoatesina http://www.dolcementeinventando.com/...
Emilia Romagna: Cavolfiore alla Romagnola dell’Artusi https://zibaldoneculinario.blogspot.com/...
Toscana: Cavolo nero con le fette https://acquacottaf.blogspot.com/20...
Umbria: Frittelle di cavolfiore https://www.dueamicheincucina.it/20...
Abruzzo: Verza cappuccia con alici http://ilmondodibetty.it/verza-cappuccia-con-le-alici/
Campania: Pasta e cavolfiore alla napoletana https://fusillialtegamino.blogspot.it/...
Puglia: Orecchiette e cavoli https://breakfastdadonaflor.blogspot.com/...
Calabria: Zuppa ‘e cavuli https://ilmondodirina.blogspot.com/...
Sicilia: Pasta con Broccolo "Arriminata" http://www.profumodisicilia.net/201...

Commenti

  1. Un primo piatto che adoro!!!!

    RispondiElimina
  2. Troppo buone le orecchiette anche con i cavoli! Bacioni

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, mi sto sciogliendo guardando questo piatto di pasta! Buonissimo a presto LA

    RispondiElimina
  4. Le orecchiette mi piacciono tantissimo con qualsiasi condimento :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. mamma le orecchiette...è tantissimo che non le mangio. ottima ricetta

    RispondiElimina
  6. mamma le orecchiette...è tantissimo che non le mangio. ottima ricetta

    RispondiElimina
  7. Le orecchiette son sempre buone.. il cavolo verde concordo sull'ottimo gusto!
    Con le tue aggiunte poi.. un patto molto goloso!!!
    ciao
    elisa

    RispondiElimina
  8. grazie per la tua calorosa accoglienza!!!!

    RispondiElimina
  9. Mi piace questa versione di orecchiette con i cavoli.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  10. Ullalà, allora nn solo con le cime di rapa! Bellissima pasta, molto saporita!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Merluzzo in brodetto

Ciao a tutte carissime amiche...!
Stamattina qui ...diluvio e temporali...beh....mi sa che la primavera ce la scorderemo...arriveremo all'improvviso in piena estate....siiiiii!!!  e questo cimurro e tosse che mi perseguita ancora, anche se oggi va meglio!!! vabbè resisteremo!
Oggi sono contenta perchè ho dato un piccolissimo contributo per una grandissima causa...finalmente mi è arrivato il bellissimo libro di ricette...I-Kitchen, che avevo prenotato qui, scritto da tanti di voi blogger...e a cura della grande Patrizia Bosso, che con tanto amore....pazienza e solidarità ha dedicato ai bimbi e ai ragazzi della Gulliver di Rocchetta Vara, una casa famiglia distrutta da questa tragedia!
Ricordate?
...Il 25 ottobre 2011 una pioggia violenta e interminabile flagella l'estremo Levante della Riviera Ligure.Una valanga di acqua e fango si abbatte anche sulla valle di Vara, travolgendo tutto, portando via con sè vite umane, distruggendo abitazioni, inghiottendo oggetti, ricordi, sicure…

Spaghetti con sughetto di Pelose...!

Buona serata a tutti!
Oggi un piatto tipico di mare...spaghetti con sughetto di "Pelose",  eh si...qui nella zona di Bari chiamiamo proprio così quei granchi un pò più grandi e con gli arti e le chele ricoperte di setole pelose e di colore scuro! E' molto facile trovare le pelose sulle nostre coste, ma la loro tana è solitamente una grossa buca nella roccia sott'acqua.  Da non confondere con i semplici granchi, più piccoli e di colore verdastro e che...se per caso vi trovate sdraiati sul bagnasciuga di uno scoglio li vedrete aggirarsi tranquillamente! La Pelosa si nutre di polpi...ma è anche la loro preda!
Beh...noi ci pappiamo alla grande tutti e due!
Non so se sapete della nostra passione per la pesca di polpi...e allora un giorno un cugino di mio marito ci ha fatto cosa graditissima regalandoci una bella vaschetta di Pelose vive per poter andare a pescare polpi! Ma erano davvero tanti...e allora perchè non fare un bel sughetto con qualche Pelosa?  Detto ...fatto!!…

CUCINA PUGLIESE: Piselli e carciofi ripieni

L'appuntamento di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è tutto dedicato ai prodotti e ricette primaverili, piatti leggeri, freschi e genuini.

La Puglia...terra di carciofi ma, anche piselli, fave, fagioli, lenticchie, ceci, sono prodotti di colture di antica  tradizione agricola pugliese.
La mia proposta è un piatto tipico barese, Carciofi ripieni con i piselli freschi, un binomio perfetto che unisce il sapore un po' amarognolo dei carciofi al gusto dolciastro dei piselli, insomma ne nasce un piatto davvero squisito, sano e nutriente.
I piselli freschi insieme alle fave fresche, in questo periodo dominano le nostre tavole, ne facciamo scorte soprattutto di piselli che raccolti e puliti, vengono surgelati per poi gustarne a piacere in svariate preparazioni!
Andiamo allora a vedere la ricetta!

Un abbraccio MILENA











Ingredienti:

6 carciofi
1/2 kg. di piselli freschi
1 cipolla
olio evo
sale e pepe
1 limone

per il ripieno:

2 uova
formaggio pecorino grattugiato
poco pane raffermo
prezzemolo