Passa ai contenuti principali

CUCINA PUGLIESE: Spaghetti con fagiolini pinti

Eccoci qua nuovamente, dopo la pausa estiva, con la rubrica dell'ITALIA NEL PIATTO...e con una bella novità...abbiamo "quasi" riunito l'Italia, ebbene si...siamo contentissimi che il resto delle regioni mancanti si sono aggiunte al nostro gruppo...tranne il Piemonte, ma sono certa che ce la faremo prossimamente ad essere al completo!
Un grande benvenuto alle new entry: Michela (A tutto pepe),  Marco (Il piccolo artrusi), Cri (Beuf a la mode), Giovanna (Acqua cotta e fantasia), Elisabbetta (Il mondo di Betty), Raffaella (Profumo di cannella) e Annalisa (Burro e vaniglia)!

Un'altra novità è che abbiamo cambiato il giorno di uscita della rubrica e quindi da oggi  il 2 di ogni mese sarà il giorno della pubblicazione della ricetta regionale, inoltre avremo una seconda uscita il 16 di ogni mese con tema libero!

Il tema di questo appuntamento è: Frutta e verdura di fine estate!

Sulla mia tavola trovate: SPAGHETTI CON FAGIOLINI PINTI


I  fagiolini "pinti"  o "occhipinti" sono una specialità tipica pugliese. Sono simili ai tondini ma più sottili, lunghi e con sfumature che vanno dal verde al viola, sono ottimi con la pasta...la morte loro, ma si possono gustare benissimo in tutti i modi con cui si preparano i fagiolini classici!
Hanno un sapore gradevolissimo e profumato...insomma se li trovate, anche se ormai siamo alla fine della loro stagione, non fateveli sfuggire, sono troppo buoni!
Una caratteristica di questo piatto, ma penso che sia solo del mio paese, è che nel sughetto non deve mancare un piccolo peperone verde del tipo cornetto che ben si sposa con il sapore dei fagiolini pinti!,
Unico neo...sono un po' cari, ma ogni tanto si può fare uno strappo alla regola per godere di questo piatto, ne vale davvero la pena!


















Ingredienti:

1/2 kg. di fagiolini pinti
300 g. di spaghetti
700 g. circa di pomodori freschi e passati
1 spicchio di aglio
sale
olio evo
cacioricotta
1 o 2 peperoni verdi cornetti (facoltativo)

Procedimento

Preparare il sughetto facendo appena soffriggere l'aglio tritato o intero nell'olio evo, aggiungere poi la salsa di pomodoro, il peperone verde (a piacere), un po' di sale e far cuocere.
Nel frattempo spuntare i fagiolini, lavarli e metterli a lessare in abbondante acqua salata. Quando sono cotti scolarli senza buttare via l'acqua di cottura e metterli ad insaporire nel tegame del sugo.
Nella stessa acqua di cottura dei fagiolini lessare al dente gli spaghetti, scolarli e condirli con il sugo ed i fagiolini, impiattare e cospargere con una bella manciata di cacioricotta grattugiato!


Trentino-Alto Adige: Zuppa di finferli  http://afiammadolce.blogspot.com/2014/09/zuppa-di-finferli.html




Valle d'Aosta: Gnocchi di barbabietola con fonduta al Bleu d'Aoste http://atuttopepe.blogspot.com/2014/09/la-valle-daosta-nel-piatto-gnocchi-di.html

Piemonte:









Basilicata: Strazzata di Noepoli - pizza in teglia con peperoni e pomodori http://blog.alice.tv/profumodicannella/2014/09/02/pizza-in-teglia-con-pomodori-e-peperoni-la-strazzata-di-mia-nonna/







Un abbraccio MILENA

Commenti

  1. Onorata di far parte di questo gruppo meraviglioso e che dire del tuo piatto... divino!!!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  2. sono ottimi!!!io ne preparo una versione al forno utilizzando i bucatini , sugo di pomodoro fresco, fagiolini pinti e provolone stagionato e poi tanto basilico. provali ..............un abbraccio,Peppe.

    RispondiElimina
  3. Adoro i fagiolili e questa tua versione è una meraviglia

    RispondiElimina
  4. non consocevo i fagiolini pinti e mi piace molto questa ricetta con la pasta

    RispondiElimina
  5. Nemmeno io conoscevo i fagiolini pinti! Ma quante cose s'imparano in questa rubrica??? Fantastica la tua ricetta! Complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. Una piacevole novità! Grazie infinite!

    RispondiElimina
  7. Ho l'acquolina in bocca e ho appena finito di pranzare! I tuoi spaghetti mi fanno venire voglia di bucare lo schermo per mangiarli! Brava!

    RispondiElimina
  8. Fagiolini pinti????? Ma solo tu potevi creare questa meravigliaaaaaaaaaaaaa!!! Una ricetta da sbafarsi in allegria e senza sensi di colpa perchè sono verdure!!! Evvaiiiiiiiiiiiiiii, strepitosa!! un bacione

    RispondiElimina
  9. mai visti questi fagiolini, proverò la ricetta con quelli classici e aggiungerò anche il peperone, un bacio
    Miria

    RispondiElimina
  10. Anche io preparo spesso questa pasta, è squisita!!!

    RispondiElimina
  11. ma questi fagiolini sono davvero deliziosi...sembrano dipinti! Grazie di averceli fatti conoscere... ed ora dovrò provare questa pasta, ma con i classici fagiolini (che, ti rivelo, noi in dialetto chiamiamo cornetti)...un bacione!

    RispondiElimina
  12. Un piatto squisito!
    Complimenti!!

    RispondiElimina
  13. Che buoni qui non li trovo!ti invidio il piatto!

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo questi fagiolini, qui da me non li ho mai visti, c'è sempre da imparare. Proverò la pasta con i fagiolini tondi, ma credo che il sapore non sarà lo stesso. Se capiterò dalle tue parti.....

    RispondiElimina
  15. Questi sono i piatti che adoro, il tuo e' presentato in maniera originale e impeccabile.Quest'anno nel mio breve viaggio in Puglia ho potuto costatare tutto il vostro impegno e l'amore per i prodotti della terra-Il tuo blog rispecchia questo mio pensiero.
    A presto

    RispondiElimina
  16. Ciao Milena, come stai? Questi fagiolini non li conosco, ma hanno l'aspetto delle cose buone e poi effettivamente con la pasta ce li vedo benissimo! Un bacione alla prossima :)

    RispondiElimina
  17. Buonissimi !!! Ogni anno nel mio orto li pianto sempre...buonanotte cara

    RispondiElimina
  18. Grazie per il benvenuto! Questi fagiolini mi sono stati rgalati a giugno, non li avevo mai visti prima e li ho mangiati semplicemente lessati..peccato a saperlo prima!! Un bacio cri

    RispondiElimina
  19. Mai provati questi fagiolini e mai mangiata la pasta con i fagiolini!
    Sono sicura che l'aggiunta del peperone dà una sferzata di sapore al piatto.
    È sempre un piacere essere ospite nella tua cucina ;)

    RispondiElimina
  20. siii che buoni!! li conosco! sai che p tanto che non li vedo qui da noi? è un peccato, con la pasta mai mangiati!

    RispondiElimina
  21. Ed eccola un'altra bontà della nostra Italia, e tu ce le regali sempre, con gioia, simpatia e tanta cura nella presentazione. Come non innamorarsene. Felice che l'italia sia di nuovo riunita. Bell'acquisto con Cri, veramente in gamba e ve ne farà vedere delle belle!!! Sono stata degnamente sostituita!!!!

    RispondiElimina
  22. Bello, salutare e gustosissimo questo piatto di pasta! Non conoscevo l'aggiunta del peperone. Certo che voi pugliesi siete fantastici! Complimenti Donaflor!

    RispondiElimina
  23. Innanzitutto ti ringrazio per la bella presentazione che hai riservato a noi nuovi arrivati all'inizio del post! Questo piatto è fantastico: ingredienti poveri e tanto tantissimo gusto; è esattamente il tipo di cucina che adoro, autentica e gustosa. Avremo molto in comune, date le nostre regioni confinanti... infatti scorgo tra gli ingredienti i cacioricotta che è uno dei nostri prodotti tipici. Grazie per questa tua ricetta e a presto.

    RispondiElimina
  24. Che bontà questo piatto! E poi con questi fagiolini, che sono buonissimi, ho avuto la fortuna di poterli gustare parecchi anni fà in Puglia, e che scorpacciate! Complimenti per la presentazione sei bravissima!
    Ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La Faldacchea di Turi

In Puglia , l'organizzazione del  matrimonio è ancora, per la maggior parte delle coppie, un rito al quale fa sempre piacere dedicarsi!  Imprescindibile per il giorno più bello, il giorno del " Si, lo voglio "! "Paese che vai...usanze che trovi", e questo detto vale anche per la cerimonia dei matrimoni pugliesi, piccoli dettagli e piccole tradizioni che si differenziano da paese a paese e che si tramandano da generazioni!  La promessa di matrimonio, l'abito  della sposa che in alcuni paesi viene donato dalla suocera, mentre la mamma della sposa regala la camicia con eventuali bottoni gemelli al futuro sposo, e poi scegliere le partecipazioni e gli inviti per la chiesa e il ricevimento, gli addobbi floreali, la scelta dei testimoni, le fedi, la location per la festa, le bomboniere, la musica, i pranzi e le cene (spesso interminabili) con il cibo che circola attorno al rituale e con la cucina tipica pugliese che la fa da padrona!  Oggi la Puglia

Zuppa di pesce in bianco (Ciambotto in bianco)

Buon anno! Da oggi riparte la rubrica de L'Italia nel piatto che per questo appuntamento di gennaio ha pensato ad un tema ideale per questo periodo. Durante le feste di Natale e Capodanno, fra aperitivi, pranzi e cene, si sa, ne approfittiamo per fare grandi scorpacciate delle delizie tipiche delle feste, ma ora è giunto il momento di dedicarci a piatti più leggeri per una maggiore assimilazione del cibo e per farci sentire più in forma. Il  tema di oggi è appunto: " Zuppe e minestre...dopo le feste ", piatti leggeri e poco dispendiosi della cucina di tutti i giorni! Un piatto leggero per eccellenza è la " zuppa di pesce in bianco ", un piatto saporito che ci

Le amarene sciroppate

Buon inizio settimana carimissimi amici! In estate mi piace dedicarmi alla preparazione di conserve di frutta  varia ...in inverno è poi piacevole assaporare e sentirne il loro profumo...! Tra marmellate e frutta sciroppata ...insomma è bello e comodo avere in dispensa una bella scorta da usare per dolci o da consumare così ...magari anche su un bel gelato! Ingredienti: 1 kg. di amarene 1 kg. di zucchero 100 gr. di alcool Procedimento: Lavare e sgocciolare le amarene. Poi eliminare i noccioli ( non buttateli...si può fare un ottimo liquore di amarene) e mettere le amarene in un boccaccio grande. Aggiungere lo zucchero  e l'alcool, chiudere e riporre in dispensa , giornalmente agitare il boccaccio fino a quando lo zucchero si è sciolto completamente . In frigo poi si conservano perfettamente.

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro: Sagre di pesce e piatti con pescato. Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta! Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte! Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano! Un abbraccio MILENA Ingredienti: 3 polpi da 250 g. circa cad. 700 g. di patate qualche pomodorino ciliegia 2 spicchietti di aglio prez

Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

La puntata di oggi de L'Italia nel piatto è dedicata ad uno dei cibi più amati dagli italiani e anche dagli stranieri:  la pizza ,  un semplice impasto di farina lievito e acqua e che, appiattita e condita anche solo con pomodoro, mozzarella e basilico rende unica e allegra una serata in pizzeria fra amici o a casa in famiglia.  Originaria della cucina napoletana, la pizza ha conquistato i gusti a livello internazionale. La più famosa è la pizza Margherita , che nel 1889 il cuoco, Raffaele Esposito  preparò per onorare la regina d'Italia Margherita di Savoia e che condì con pomodoro, mozzarella e basilico, a rappresentare i colori della bandiera italiana, ma la storia della pizza è lunga e incerta. Ogni rappresentante regionale presenterà una pizza con i propri prodotti tipici e tradizionali del territorio. Per la Puglia ho pensato di proporre una pizza con uno dei salumi tradizionali pugliesi e più apprezzati a livello internazionale: il capocollo di Martina Franca. Pe