venerdì 21 dicembre 2012

CUCINA REGIONALE PUGLIESE: Le Carteddàte

Buongiorno a tutti e ben ritrovati a questo appuntamento della Rubrica Regionale!

Questa puntata...davvero speciale, tutta dedicata alle dolci delizie per le ormai prossime feste natalizie!
Le nostre care Babi e Renata ci guidano ancora una volta alla scoperta delle tante tradizioni che ciascuna regione porta sulla tavola del Natale, tante golosità da gustare in questi giorni di festa e per quando vogliamo prenderci una bella coccola!

Andiamo subito a deliziarci con le golosità delle varie regioni anche se, purtroppo, qualcuna non partecipa o pubblicherà nei prossimi giorni per i troppi impegni di questo periodo.




Ma prima di tutto ciò voglio AUGURARE A TUTTI VOI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE un Natale ricco di GIOIA, SERENITA' e soprattutto SALUTE...con la speranza, visto questo periodo davvero critico,  che  all'improvviso spunti un bellissimo arcobaleno per tutti e in maniera speciale per coloro che ne hanno davvero bisogno!!!



Il tema di questa settimana è:  I DOLCI DI NATALE



CALABRIA:   I Petrali di Rosa ed Io (http://rosaantonino.blogspot.it/ )
CAMPANIA:   di Le Ricette di Tina (http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/ )
SICILIA: Cassata Siciliana di Cucina che ti Passa (http://www.cucinachetipassa.info/)
TOSCANA: Dolci natalizi toscani di Non Solo Piccante (http://www.nonsolopiccante.it/)
LOMBARDIA:  La bisciola di L’Angolo Cottura di Babi (www.langolocottura.it)
VENETO: Il pandoro di Verona di Semplicemente Buono (www.semplicebuono.blogspot.com/)
FRIULI VENEZIA GIULIA: Kugelhupf o cuguluf di Nuvole di Farina (http://nuvoledifarina.blogspot.com/)
PIEMONTE:   di La Casa  di  Artù (http://lacasadi-artu.blogspot.com/)
EMILIA ROMAGNA: Panettone di Zibaldone Culinario (http://zibaldoneculinario.blogspot.com/)
TRENTINO ALTO ADIGE:  Zelten di A Fiamma Dolce  (http://afiammadolce.blogspot.it/)
PUGLIA: Le Carteddàte di Breakfast da Donaflor (http://breakfastdadonaflor.blogspot.it/)
LAZIO:  di Chez Entity (http://elly-chezentity.blogspot.it/)
LIGURIA: Pandoçe  di Un’arbanella di Basilico  http://arbanelladibasilico.blogspot.it/
UMBRIA: Pasta dolce    di 2 Amiche in Cucina (http://amichecucina.blogspot.it/)   
MARCHE: Lo zuccotto natalizio (non domani) di La Creatività e i suoi Colori (http://lacreativitaeisuoicolori.blogspot.it)
ABRUZZO:    Turcinille e dolci Natalizi Abruzzesi di In Cucina da Eva (http://blog.giallozafferano.it/incucinadaeva/ )
VALLE D’AOSTA:  “MECOULEN, il Pane di Natale” di  L’Appetito Vien Mangiando (http://cinzia-lappetitovienmangiando.blogspot.it/)
SARDEGNA: Dolci natalizi mandorle e uvetta ricetta sarda pabassinas di Vickyart  Arte in Cucina (http://blog.giallozafferano.it/vickyart/)
BASILICATA: le Cartellate ( ma non domani mattina )di Pasticciando con Magica Nanà (http://blog.giallozafferano.it/sognandoincucina/)
MOLISE: Mostaccioli di Mamma Loredana (http://lacucinadimamma-loredana.blogspot.it)


E sulla mia tavola di Natale:

Le Carteddàte
Le Cartellate


E con le cartellate...siamo proprio a Natale!!!
In Puglia e paesi limitrofi...non c'è Natale senza cartellate, ogni famiglia custodisce gelosamente la propria ricetta, molto simili tra loro, c'è chi usa la farina e chi la semola o entrambi e alcune ricette prevedono anche le uova!
Comunque sia ...un tripudio di profumi di... frittura,  vin cotto,  miele e  cannella ...invadono tutte le case in questo periodo!
Insomma...le cartellate sono un vero fiore all'occhiello dei dolci tipici pugliesi, simbolo di allegria e delle feste!

L’etimologia è ancora ignota e non si conosce neanche l’origine. Alcuni linguisti e demologi si sono azzardati con delle supposizioni facendo derivare il caratteristico dolce da ‘carta’; altri lo fanno derivare da un’onomatopea di tipo visivo: incartellare, sinonimo volgare di incartocciare, e le ‘cartellate’ sono come incartocciate a forma arabesca. Nel rituale del culto greco di Demètra compariva, insieme allo scherzo audace e osceno, anche un intruglio di farina, vino e miele, il cui uso appare analogo alla ‘lanxsatura’ ossia, il piatto ricolmo offerto agli Dei secondo il culto di Cèrere, intruglio detto Ciceone, con cui, almeno per gli ingredienti, le ‘cartellate’ hanno alcune affinità. 

Giacomo Saracino, nel suo «Lessico Dialettale Bitontino», Scuola Tipografica Orfanotrofio Salesiano, Bari, 1957, ha scritto che il vocabolo “Carteddèute” (Cartellata) ha la probabile etimologia greca ‘Kártallos’ = cesta, per la sua forma originaria.

Tommaso Nobile, nel suo «Dizionario del Dialetto Ostunese», Mario Congedo Editore, Galatina, 1999, fa derivare la parola “cartëddàta dal greco “κάρταλλος” (Kaptallos) = cesto, paniere a forma puntuta. Nella fantasia popolare pugliese le ‘cartellate’ simboleggiano le lenzuola di Gesù Bambino.


Notizie prese qui









Detto popolare: “Castaggnèdde e carteddàte / La Madònne l’ha creiàte / L’ha creiàte m-Baravìse / P’u Natàle de leBarìse”.
 BBuène Natàle a ttutte, a nnù cchiù de tutte

Versione italiana: "Castagnelle e cartellate/ La madonna l'ha create/ l'ha create in Paradiso/ Per il Natale dei Baresi"
Buon Natale a tutti, a noi più di tutti




Ingredienti:

500 g. di farina 00
100 ml. di olio evo o di semi di arachidi
vino bianco intiepidito q.b.
1 pizzico di sale
vin cotto di fichi
miele
zucchero a velo
cannella ( a piacere)
confettini colorati


Procedimento:

Mettere sulla spianatoia la farina a fontana, aggiungere l'olio, il pizzico di sale e cominciare ad impastare con il vino bianco tiepido fino ad ottenere una pasta bella liscia setosa ed elastica.
Tagliare man mano dei pezzi e passarli alla macchina più volte per fare delle sfoglie ben lavorate e sottili ( si possono fare anche con il mattarello).




Ritagliare delle strisce larghe circa 2 o 3 cm e lunghe circa 20 cm. con la rotellina.
Unire i lati lunghi pizzicando con le dite e attorcigliare man mano formando delle roselline.
Lasciare asciugare coperti con teli puliti per tutta la notte o almeno per 10 ore.




Poi friggere in abbondante olio caldo, girando da ambo le parti e mettere a scolare dell'olio su carta da cucina.
Quando sono totalmente fredde, mettere a scaldare il vin cotto di fichi con un pò di zucchero, senza far bollire e rigirare le cartellate.



Disporre nei vassoi e spolverizzare con poca cannella.
Si possono passare anche nel miele riscaldato al posto del vin cotto oppure semplicemente spolverizzate di zucchero a velo.
Decorate a piacere con confettini.




35 commenti:

  1. Magnifiche!! Che splendide queste delizie:-) bravissima Milena per ricetta e per le foto.. Tantissimi auguri a te e alla tua famiglia.. un bacione

    RispondiElimina
  2. Una carrellata di dolci fantastici tesoro e le tue carteddàte sono bellissime con il passo passo per permetterci anche a tutte noi di provarle..bravissima e tanti cari auguri anche a te tesoro di un serenissimo Natale!!
    Baci,Imma

    RispondiElimina
  3. Bellissima ricetta!!!
    Auguri di buone feste

    RispondiElimina
  4. Non sono dei dolci, sono delle prelibatezze. Complimenti sono stupende. Ti faccio tantissimi auguri di Buon Natale e di un anno ricco di tante bellissime novità. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. grazie! finalmente ho capito come si da la forma a questi dolcetti che ho mangiato apprezzandoli molto, ora li posso fare anch'io!
    Auguri!

    RispondiElimina
  6. Ma sembrano deliziose!! una preparazione davvero particolare!
    bravissima ed auguroni anche a te!!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. Ho letto tutto d'un fiato ed ho imparato un sacco di cose nuove sulle origine delle cartellate, un dolce che ha accompagnato i natali della mia infanzia e adolescenza. Auguri Donaflor!

    RispondiElimina
  8. Le cartellate da noi sono un must ogni anno...le hai fatte perfettamente.

    stefaniaskitchen

    RispondiElimina
  9. Ho la fortuna di avere nonna e mamma di Bari quindi ogni natale mangio le cartellate..le adoro..La ricetta mi pare sia proprio simile alla tua!

    RispondiElimina
  10. Con me sfondi una porta aperta, le adoro e ti sono venute benissimo!!!

    RispondiElimina
  11. Un saltino da te prima di partire per la montagna per augurare a te e ai tuoi cari un felice Natale e un sereno nuovo anno pieno di tanti sorrisi, tante soddisfazioni e tanto amore!
    ti abbraccio forte
    Alice

    RispondiElimina
  12. Bellissimo il passo passo, non sapevo che si creassero così e trovo che siano molto belle anche da presentare!!
    Ti auguro delle buone feste e un monte di auguri

    RispondiElimina
  13. avevo visto farle in tv, ma non ricordavo tutti i passaggi, molto belle e sicuramente buone, un bacio e >Buon Natale

    RispondiElimina
  14. le ho sempre ammirate
    non solo per il sapore che devono avere ma anche per la forma particolare che hanno
    quel pizzicare la pasta,accartocciarla,friggerla...e guarnirla (per essere precisi.....io scelgo tutte le opzioni ahahahahahah.... dal vino cotto ..al miele fino ad arrivare allo zucchero a velo...Le mangerei tutte!!!!!!!!!!)
    Buon Natale cara Milena
    Un Natale di tanta tanta serenità a te e alla tua famiglia
    Anch'io sono davvero felice di averti conosciuta...un filo sottile quello del computer...ma una grande sintonia e affetto passa attraverso
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  15. Che meraviglie di dolcetti Dona, e che belle foto, che bel vestitino nuovo ha il blog, insomma, tutto perfetto! Tantissimi auguri, cara amica, ti abbraccio e spero che il tuo Natale sia pieno di gioia. Ci sentiamo per il nuovo anno, bacioni

    RispondiElimina
  16. Ciao Milena, questo dolcetti sono a dir poco meravigliosi! non ne avevamo mai sentito parlare e abbiamo scoperto una ricetta originale, davvero golosa e anche molto ma molto bella!!
    tu sei stata bravissima come sempre!!
    Buon Natale!!

    RispondiElimina
  17. Sai che non le ho mai mangiate??? Auguri di buone feste!!!!

    RispondiElimina
  18. Questa ricetta l'ho sempre guardata con amore..troppo belle davvero!Prima o poi le farò anch'io ..ciao tesoro e buon Natale a te e famiglia

    RispondiElimina
  19. oh mamma quanto le adoro!!! qui non ci sono dolci buoni come in Italia!!!

    RispondiElimina
  20. Buonissime, quest'anno purtroppo non ho avuto il tempo per prepararle! Ti sono venute una meraviglia, complimenti! Auguri anche a te e in famiglia di un sereno e felice Natale, un abbraccio!

    RispondiElimina
  21. Sono bellissime..ho l'acquilino in bocca..
    ti sono venute ferfette.
    Un caro saluto
    Buon Natale.
    Inco

    RispondiElimina
  22. Mi spiace non essere stata dei vostri oggi...ma soo davvero in periodo nero!

    Non potevo però perdermi le vostre delizie, sto passando a lasciarvi anche i miei migliori auguri. Che la gioia e la salute siano sempre con voi!

    RispondiElimina
  23. come sono carini! non so come si fanno! sono veramente belli! Inoltre Buon Natale e buone feste!

    RispondiElimina
  24. ecco le famose Carteddate...ne ho sempre sentito parlare..ma mai assaggiate... questa è una grave mancanza!
    Le tue sono molto carine sembrano nelle coroncine...complimenti e grazie delle spiegazioni passo a passo! un bacione e auguri!

    RispondiElimina
  25. Questi splendidi dolci li ho conosciuti lo scorso Natale, proprio grazie al blog. Certo le tue sono assolutamente perfette, sembrano dei fiori e sulla loro assoluta squisitezza non ho alcun dubbio!! Grazie cara per tutte le preziose ricette che ci hai regalato, di auguro di trascorrere un Sereno e Felice Natale, un bacio, Babi

    RispondiElimina
  26. ed ecco altre belle carteddate! mai mangiate, mai fatte, però devo dire che sono anche molto belle! vien voglia di farle! ciao cara auguri!

    RispondiElimina
  27. Bellissime! Sembra veramente un merletto! Complimenti! :)
    Tanti auguri!!! :)
    ciao

    RispondiElimina
  28. Conosco questi dolcetti e mi ha sempre incuriosito la loro realizzazione!!
    Grazie mille per il passo passo, voglio assolutamente provare!!
    Un bacione e auguri di Buon Natale
    Carmen

    RispondiElimina
  29. non ti smentisci mai, fai delle cose eccezionali! questi dolcetti sono un delirio!!! ti auguro buone feste! baci

    RispondiElimina
  30. Ma che belle!!! Non avevo la più pallida idea di cosa potessero essere questi dolcetti. Mi piace tantissimo la loro preparazione, e poi nel vassoio si presentano benissimo. Questi dolcetti assicurano un gran figurone... :-)
    Un grandissimo abbraccio e un grandissimo augurio per un felice e sereno Natale.

    RispondiElimina
  31. mi lustro gli occhi da te, con i tuoi arredi, con la tua tavola... ma anche con questi splendidi dolci, un ricamo di bontà ! Un abbraccione e tantissimi auguri, di buone feste e di preziosa serenità !

    RispondiElimina
  32. sono qui per augurarti un felice e sereno Natale a nche a tutta la famiglia!!!
    un grande abbraccio e un bacio

    RispondiElimina
  33. Sono davvero deliziose e perfette. Auguro a te e a famiglia un Natale felice e sereno ... un abbraccio

    RispondiElimina
  34. ★*˚° Tanti Auguri e un sereno Natale! ★*˚°
    Incoronata

    RispondiElimina