martedì 16 giugno 2015

CUCINA PUGLIESE: Polpo con le patate al forno

La puntata di oggi della rubrica L'Italia nel piatto è dedicata ad un tema che adoro:
Sagre di pesce e piatti con pescato.

Vivendo in un paese di mare ho la fortuna di avere sempre a disposizione pesce fresco appena pescato, due passi...ed ecco il porto dove il pomeriggio si può ammirare l'arrivo dei pescherecci carichi di prelibato bottino! E' una scena bellissima che si perpetua ogni giorno e che non mi stanco mai di meravigliarmi ogni volta!

Il polpo per i baresi, qualsiasi sia il modo di prepararlo, è sempre amato ed apprezzato...gustato crudo poi è il massimo, ne ho già parlato altre volte!
Per questo appuntamento vi propongo il polpo con le patate al forno, un piatto tipico barese, un piatto dal profumo irresistibile di mare, gustosissimo e che con la cottura in forno lo rende leggero e sano!

Un abbraccio MILENA

















Ingredienti:

3 polpi da 250 g. circa cad.
700 g. di patate
qualche pomodorino ciliegia
2 spicchietti di aglio
prezzemolo
1/2 peperoncino
olio evo q.b.
poco sale
formaggio pecorino romano grattugiato q.b.
poco vino bianco

Procedimento:

Pulire i polpi, che devono essere stati precedentemente sbattuti ed arricciati, eliminando occhi, beccuccio e svuotando la sacca, lavarli e sgocciolare.
Sbucciare e lavare le patate ed affettarle.
In un tegame, meglio di terracotta, mettere un filo di olio evo, uno strato di patate condite con olio, aglio, prezzemolo, pomodorini tagliati, formaggio, un pizzico di sale, poi fare uno strato di polpi tagliati a pezzi e cospargere con gli stessi condimenti più il peperoncino ed una spruzzatina di vino bianco, terminare con un altro strato di patate, sempre conditi.
Infornare a 200° per circa 1 ora o fino cottura completa.






 Andiamo ora tutti a curiosare nelle altre regioni:


Friuli-Venezia Giulia: Tris di Regina di San Daniele

Lombardia: Trota saporita alla gardesana

Veneto: Spaghetti con acciughe e barba di frate

Valle d'Aosta: Il pesce di montagna

Piemonte: Trota in carpione

Liguria: La sagra dello stoccafisso e il cappuccino di stoccohttp://arbanelladibasilico.blogspot.com/2015/06/litalia-nel-piatto-la-sagra-dello.html


Toscana: Spaghetti con le vongole (alla livornese)

Abruzzo: Spaghetti alla chitarra con vongole veraci e ceci

Molise: La scapece molisana

Umbria: Trota al tartufo

Campania: Spaghetti Scampi e Telline

Puglia: Polpo con le patate al forno

Calabria: Quadaru 'i pisci

Sicilia: Turbante di pesce bandiera

martedì 2 giugno 2015

CUCINA PUGLIESE: A Bandir (La bandiera)

Oggi si celebra, come ogni anno, la festa della Repubblica italiana, che per molti ha ancora un significato profondo.
Il 2 giugno del 1946 in Italia si tenne il referendum istituzionale a suffragio universale che, per la prima volta, portò anche le donne alle urne insieme ai cittadini di sesso maschile, a scegliere tra monarchia e repubblica. 
Quel giorno gli italiani scelsero la repubblica con il conseguente esilio dei monarchi di casa Savoia.

La puntata di oggi della nostra rubrica L'Italia nel piatto ha come tema:
Piatto patriottico


Verde come la speranza di un mondo migliore, bianco come la purezza di intenti, rosso come il sangue versato dagli eroi. Questa è la mia bandiera. (Rossana Emaldi).

Nella mia cucina trovate un piatto, tipico di Foggia, che viene chiamato appunto "La Bandiera", in dialetto "A Bandir" per la presenza dei tre colori: il bianco della pasta, il rosso dei pomodori, il verde della rucola...pochi e semplici prodotti a rappresentare la genuinità della gastronomia pugliese!
La ricetta, semplicissima, l'ho trovata sul libro di cucina pugliese di Luigi Sada...santo libro!!!


Un abbraccio MILENA





















Ingredienti:

500 g. di patate
250 g. di ruchetta
500 g. di pomodori pelati o ciliegini
500 g. di pennette (io orecchiette)
olio evo
prezzemolo
spicchio di aglio
basilico
sale
peperoncino

Procedimento:

Far indorare l'aglio nell'olio, aggiungere i pomodori con peperoncino, prezzemolo e basilico, salare e far cuocere per 10-15 minuti circa.
Pulire e lavare la ruchetta. Pelare le patate, tagliarle a tocchetti, metterle in pentola sul fuoco con acqua fredda e portarle a ebollizione. Dopo un po' aggiungere la ruchetta e, appena si alza il bollore aggiungere la pasta. Quando questa è cotta al dente, colare il tutto, passare nel sughetto, far mantecare e servire caldo.




Sentiamo ora i profumi dei piatti delle altre regioni:

Trentino-Alto Adige:  Canederli al pomodoro http://www.afiammadolce.ifood.it/2015/06/canederli-al-pomodoro.html