sabato 4 marzo 2017

CHIFFON CAKE al limoncello

E che dire...ha davvero la leggerezza dello chiffon!
Era da tempo che volevo provarla ed eccola qui nella sua imponenza ma nello stesso tempo nella sua incredibile delicatezza e vaporosità! Questo dolce americano mi ha conquistata in pieno e sicuramente proverò altre versioni perchè ben si presta anche ad essere farcita e decorata per una maggiore golosità ed una bella presentazione, adatta anche per compleanni ed eventi vari!
Mi sembrava un dolce difficile da realizzare...ma se non si prova non puoi mai dire in effetti!

La ricetta...mah...quando ho comprato il cremore di tartaro mi sono accorta che dietro la bustina c'era scritta la ricetta del famoso ciambellone americano, chissà perchè ho sempre avuto dubbi delle ricette scritte sulle confezioni, però stavolta sono stata tentata...o la va o la spacca! Direi che è andata benissimo, la ricetta poi l'ho trovata pure perfettissima per le misure del mio stampo, ho solo aggiunto il limoncello e pochissimi altri aromi, ma la ricetta di base direi che è ottima, una nuvola di leggerezza!
L'unico momento che ho temuto è stato quando ho sfornato e capovolto lo stampo...ora si "spatascia" subito nel piatto, invece è andata bene, anzi dopo qualche ora non si staccava ancora e ho dovuto rimuovere il dolce dallo stampo staccandolo dalle pareti con un coltellino.

Andiamo ora a vedere la ricetta!


































Ingredienti:

300 g. di farina 00
300 g. di zucchero
130 g. di olio di semi (io di arachidi)
180 g. di acqua tiepida
6 uova (io grandi)
1 busta di lievito per dolci
1 busta di cremore di tartaro
1 pizzico di sale
1 buccia di limone non trattato grattugiato (io 2 bucce grattugiate)
(2 cucchiai colmi di limoncello)
(semi di 1 bacca di vaniglia)

Procedimento:

Setacciare farina, zucchero, sale e lievito; emulsionare olio, acqua, separare i tuorli dagli albumi, sbattere leggermente i tuorli ed aggiungere anche questi all'impasto della farina, piano piano mescolando con una frusta a mano, senza lavorare troppo, unire anche il limoncello e i semi di vaniglia.

Montare a neve ferma gli albumi con le fruste elettriche e quasi alla fine aggiungere il cremore di tartaro.

Unire il composto dei tuorli con gli albumi montati a neve con una spatola, molto delicatamente e dal basso verso l'alto, passaggio importante, per non smontare gli albumi.

Versare  tutto il composto nello stampo con i piedini della chiffon cake senza ungere o infarinare l'interno, in alternativa usare uno stampo alto da ciambella non antiaderente, livellare delicatamente il composto.

Il mio stampo ha queste misure: 25 cm. di diametro superiore, 21 cm. di diametro inferiore e 11 cm. di altezza, questa dose è risultata perfetta per questo stampo.

Infornare a 160° in forno statico per 60 minuti (io nel secondo ripiano dal basso), fare comunque sempre la prova stecchino.

Sfornare e capovolgere subito lo stampo sui piedini e su un piatto da portata, in questo modo il dolce prende aria in modo uniforme e si stacca da solo. Dopo qualche ora se non si stacca da solo, basta passare dai lati e dalla parte superiore un coltellino affilato.

Spolverizzare con zucchero a velo...e la chiffon cake è pronta!

giovedì 2 marzo 2017

CUCINA PUGLIESE: Pescatrice in umido


Lo dico sempre...vivrei di solo pesce per quanto l'adoro e fortunata pure di vivere in un paese di mare e avere la possibilità di gustare sempre pesce fresco! 
La puntata di oggi de la rubrica L'Italia nel piatto ci porta in giro per lo stivale ad assaporare piatti con profumi e sapori del mare, il tema è appunto Pesce, crostacei e frutti di mare.

Per la puglia propongo un piatto semplicissimo, pochi ingredienti per sentire in pieno il sapore del mare: Pescatrice in umido.

Pesce "ecclettico" per eccellenza, la rana pescatrice mette lo zampino in molte ricette, è un pesce buonissimo, dalla polpa bianchissima, molto saporita e tipicamente morbida e succosa, da questo punto di vista, più simile alla carne di un crostaceo che a quella di un pesce. Purtroppo ha un difetto: alla cottura si riduce di parecchio. Inoltre, se ne mangia solo la coda, ma non si scarta niente, con la testa si preparano eccellenti brodetti.

Da oggi fa parte del gruppo, come rappresentante delle Marche, Annalaura con il suo blog Forchetta e pennello...benvenuta Annalaura!

PESCATRICE IN UMIDO














Ingredienti:

800 g. di pescatrice
200 g. di ciliegini
olio evo q.b.
prezzemolo
peperoncino
2 spicchi di aglio

Procedimento

Pulire il pesce eliminando le interiora e tagliando la bocca, lavare e mettere a scolare.
Nel frattempo preparare un sughetto soffiggendo l'aglio tritato in un tegame con olio evo, aggiungere i ciliegini lavati e tagliuzzati ed il peperoncino a piacere. Far addensare il sughetto e poi aggiungere il pesce intero senza coprire il tegame, la pescatrice butta fuori sempre molto liquido.
Ultimata la cottura, aggiungere prezzemolo fresco tritato e servire magari con fette di pane casareccio tostato.




Cosa hanno preparato le altre regioni? Andiamo subito a scoprire i profumi delle loro cucine!

Friuli-Venezia Giulia: Aringa alla friulana http://ilpiccoloartusi.weebly.com/aringa-delle-ceneri-per-litalia-nel-piatto
Lombardia: Spaghetti al ragù di pesce di lago http://www.kucinadikiara.it/2017/03...
Veneto: renga o scopeton? http://www.ilfiordicappero.com/2017...
Emilia Romagna: Strozzapreti alle canocchie http://zibaldoneculinario.blogspot.com/...
Liguria: linguine allo scoglio http://arbanelladibasilico.blogspot.com/...
Toscana: Linguine del pescatore http://acquacottaf.blogspot.com/201...
Marche: Triglie alla marchigiana http://www.forchettaepennello.com/2...
Lazio: Seppie con i piselli http://www.silviaferrante.com/2017/...
Umbria: Baccalà con uvetta e prugne http://www.dueamicheincucina.ifood.it/...
Abruzzo: Tacconi e ceci ai frutti di mare http://ilmondodibetty.it/tacconi-e-...
Puglia: Pescatrice in umido http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/...
Campania: Murzelle 'e stoc con patate http://www.isaporidelmediterraneo.it/...
Calabria: BUCATINI CU U SUCU DO BACCALLA’ http://ilmondodirina.blogspot.com/2...
Sicilia: SARDE A BECCAFICO...DI NONNA TINA http://dolcitentazionidautore.blogspot.com/...